Juventus, incubo infortuni: cambio del preparatore atletico?

0

“Venerdì andremo dal Papa e Khedira ha pochissime possibilità di recuperare per la finale di Coppa Italia”. Risponde così ad una precisa domanda sugli infortuni il tecnico bianconero Massimiliano Allegri nel corso dell’ultima conferenza stampa della stagione, prima del match contro la Sampdoria. Durante l’incontro con il massimo esponente della religione cristiana, l’allenatore toscano proverà a chiedere una “grazia divina” per la prossima stagione, affinchè si possa evitare un’altra disastrosa stagione come quella che va a concludersi in termini di infortuni. Con Khedira ai box sono ben 60 gli infortuni stagionali, di cui 43 di natura muscolare, pertanto bisognerà trovare una soluzione per diminuire sempre più il numero degli infortunati a partire dalla prossima stagione: “Ieri abbiamo valutato l’andamento della stagione. Rispetto all’anno scorso abbiamo avuto più problemi al polpaccio. Khedira ha giocato poco rispetto alle sue potenzialità, l’anno prossimo andrà gestito meglio. Gli infortunati sono stati di più ma hanno saltato complessivamente meno partite. È inutile avere zero infortunati se poi arrivi terzo o quarto: preferisco averne 20 e chiudere primo. Ci siamo presi dei rischi calcolati. Il prossimo anno però faremo diversamente”, spiega Allegri in merito a questo problema.

Quali soluzioni verranno adottate?

Al momento, tutte le piste sono aperte. Per evitare troppe ricadute, è possibile che vengano cambiati alcuni elementi dello Staff. Tra i nomi papabili c’è il possibile ritorno dello spagnolo Julio Tous, componente dello Staff di Conte. Pista difficile, perchè dovrebbe seguire il tecnico salentino al Chelsea