Juventus, la rivoluzione tattica di Allegri: addio a Mandzukic sulla sinistra, ora tocca a Douglas Costa

0
Juventus Stadium, fonte Di forzaq8 from kuwait, kuwait - before the start, CC BY 2.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=36923535
Juventus Stadium, fonte Di forzaq8 from kuwait, kuwait - before the start, CC BY 2.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=36923535

Il pareggio interno con il Barcellona è la base da cui deve ripartire la Juventus. Allegri con i catalani ha cambiato molto dal punto di vista tattico e si appresta a continuare con le nuove soluzioni adottate. Il tecnico ha deciso di cambiare volto alla sua squadra e per farlo ha intenzione di effettuare varie modifiche riguardanti sia modulo che uomini. Il 4-2-3-1 che ha portato i bianconeri alla conquista del sesto scudetto consecutivo e alla finale di Cardiff potrebbe essere definitivamente accantonato, l’attacco funziona a meraviglia ma la difesa non garantisce più quell’equilibrio e quella solidità che ha contraddistinto la Vecchia Signora negli ultimi anni.

Allegri ha deciso di dare spazio a Douglas Costa, rinunciando a Mario Mandzukic, che nella scorsa stagione con il doppio lavoro in fase offensiva e difensiva è stato un elemento chiave per la squadra. Il tecnico cambierà modulo, probabile il passaggio al definitivo 3-4-2-1, con Barzagli, Rugani e Chiellini in difesa, De Sciglio, Pjanic, Khedira e Alex Sandro a centrocampo, con Dybala e Douglas Costa liberi di svariare alle spalle di Higuain. Altra soluzione potrebbe prevedere il passaggio al 4-3-3, con l’inserimento di Matuidi nel terzetto di centrocampo e Dybala e Douglas Costa sulle corsie laterali d’attacco. Mandzukic in tutti e due i casi si giocherebbe il posto con Gonzalo Higuain, tornando al suo ruolo originale, quello di numero 9.