Juventus, la società vola in borsa ed è pronta a cedere ad un nuovo acquirente: i dettagli

0
Logo Juventus, Juve fonte By Interbrand (Milan, Italy) - Unknown, Public Domain, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=55074500
Logo Juventus, Juve fonte By Interbrand (Milan, Italy) - Unknown, Public Domain, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=55074500,

La Juventus ha toccato il punto più alto della sua storia da quando è quotata in borsa. Secondo Milano finanza, con l’avvento di Cristiano Ronaldo le azioni sono salite da 0,85 euro ad oltre 1.6 euro ciascuna e negli ultimi giorni si è toccato il picco più alto in termini di azioni scambiate: stiamo parlando di più di 182 milioni di azioni scambiate sul mercato nel giorno successivo alla vittoria in Champions League con il Valencia, circa il 18% del capitale della società che ha come presidente Andrea Agnelli. Numeri di gran lunga superiori al record del 7 febbraio 2012 di 90 milioni di azioni scambiate.

Una crescita esponenziale dovuta sia all’acquisto di Cristiano Ronaldo, sia all’aumento delle possibilità della Juventus di vincere la Champions League.

I numeri importanti fatti registrare nelle ultime settimane vanno ad inserirsi in un contesto ben delineato: il 63,77% del capitale appartiene alla holding Agnelli-Exor, seguita dal fondo Lindsell Train che detiene il 10%, lasciando spazio a un flottante (mercato libero) di 26,22%. Proprio qui si è manifestato lo scambio record di azioni, dato che farebbe presagire la possibilità che ci sia un nuovo fondo di investimenti pronto a prelevare parte importante delle quote azionarie, con Lindsell che potrebbe smobilizzare la propria posizione in favore di qualcun altro.