Juventus-Milan: le parole dei due tecnici in conferenza stampa

Le parole dei tecnici in conferenza stampa dopo la partita. Allegri soddisfatto, Montella dispiaciuto per l'occasione mancata.

0

Allegri soddisfatto dei suoi: “Noi bravi a sorprendere il Milan, non è facile sorpendere Donnarumma”.

“Siamo stati bravi, abbiamo giocato molto bene. Abbiamo concesso qualcheripartenza di troppo, ma grazie alla tecnica dei nostri giocatori ci siamo presentatidavanti alla porta tantissime volte.

Non era facile, contro un Donnarumma che ha fatto una partita straordinaria, e pochi secondi prima della fine ha parato una palla difficilissima. È stato molto bravo Paulo a calciare bene il penalty.

Gli arbitri erano piazzati bene. Ottima prestazione per il Milan: subisce, si, ma resta sempre inpartita. Noi in certi momenti abbiamo abbassato troppo la tensione, concedendoalcune ripartenze: se non stai concentrato 95 minuti, con il gioco che abbiamo, capita che concedi azioni come quella che ha portato al pareggio dei rossoneri”.

Montella dispiaciuto per aver perso un punto prezioso.

Dispiace per il punto che manca, perché alla fine potrebbe essere proprio un punto a decidere la corsa all’Europa: mi auguro valga per gli altri e non per noi. I ragazzi meritavano di più, hanno giocato con personalità e sofferenza. Abbiamo colpito al momento giusto e nel secondo tempo, in un certo momento, potevamo anche passare in vantaggio. Dispiace per l’episodio, per come è arrivato. Sarà dura dormire stanotte, forse anche domani, però questa partita ci deve dare la forza che siamo una squadra. Se rimaniamo così compatti e convinti, sicuramente andremo in Europa.
Non ho visto nulla dalla panchina, dalla TV qualcosa sì. A fine partita, con calma, ho chiesto spiegazioni nel tunnel sulla dinamica: l’arbitro ha detto di aver deciso lui, forse sbagliando. Per noi era una gara fondamentale, un punto fondamentale. Preferirei più dialogo con gli arbitri, serenamente. Mi scuso a nome della squadra per l’agitazione che c’era al fischio finale, ma i ragazzi non hanno esagerato“.