Juventus-Milan, spuntano anche scritte ingiuriose: ecco cos’è veramente successo negli spogliatoi

0
Juventus Stadium, Juve, fonte Flickr
Juventus Stadium, Juve, fonte Flickr

La sconfitta con la Juventus all’ultimo minuto grazie al rigore assai dubbio di Dybala non è andata giù ai giocatori del Milan, che al fischio finale si sono scagliati contro il direttore di gara e i suoi assistenti. Tra i più arrabbiati c’erano soprattutto Carlos Bacca e Gianluigi Donnarumma, il colombiano si è letteralmente scagliato contro l’arbitro di porta, mentre il portiere ha detto qualche parola di troppo ed è stato intercettato dalle telecamere.

L’ACCADUTO- La partita com’era prevedibile non è terminata in campo ma è continuata negli spogliatoi, con i rossoneri che hanno fatto esplodere la loro rabbia, secondo infatti quanto scrive ‘La Repubblica’ i milanisti hanno danneggiato le sagome in cartongesso di alcune coppe, divelto gli scudetti affissi nei corridoi, rotto qualche lampada e sganciato un seggiolino oltre a scrivere alcune frasi ingiuriose sui muri dello spogliatoi. Un comportamento non denunciato dalla Juventus, che non ha neppure chiesto il risarcimento danni. Che fosse successo qualcosa di grave negli spogliatoi lo si era capito dalle dichiarazioni di Montella al termine della gara, che si è scusato per il comportamento dei suoi. Ora però la palla passa al Giudice Sportivo che esaminerà con attenzione il referto dell’arbitro ed emetterà la sentenza decisiva.