Juventus, momento di crisi per Alex Sandro: ecco i perché dell’involuzione

0
Juventus Stadium, fonte Di forzaq8 from kuwait, kuwait - before the start, CC BY 2.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=36923535
Juventus Stadium, fonte Di forzaq8 from kuwait, kuwait - before the start, CC BY 2.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=36923535

In molti in casa Juventus si stanno domandando dove sia finito il vero Alex Sandro, il terzino brasiliano in questo inizio di stagione sta deludendo le aspettative e sta faticando parecchio ad imporsi sui livelli dello scorso campionato. Le prestazioni deludenti dell’ultimo periodo stanno spingendo Massimiliano Allegri a concedere sempre più spazio ad Asamoah, ad un passo dall’addio la scorsa estate e rivelatosi ora un’alternativa preziosissima per il tecnico toscano. L’involuzione di Alex Sandro ha preoccupato e non poco gli addetti ai lavori, a luglio la Juventus fece di tutto per trattenerlo rifiutando le ripetute offerte del Chelsea di Conte, arrivato ad offrire 60 milioni di euro.

La società in quell’occasione aveva promesso al giocatore un rinnovo importante ad inizio stagione, con prolungamento e ritocco dell’ingaggio fino ai 5 milioni di euro l’anno. Le deludenti prestazioni sul campo stanno spingendo la Juventus a ritornare sui suoi passi, posticipando il rinnovo a data da destinarsi. I motivi del periodo nero del brasiliano non sono così chiari, i test fisici hanno dato ottimi risultati, il problema è mentale e potrebbe riguardare una carenza motivazionale, di concentrazione e di stimoli. Fatto sta che in questo momento il giocatore non è più intoccabile, dovrà riguadagnarsi il posto.