Juventus, non tutta la squadra si è sottoposta al tampone: gli sviluppi

Lo scenario in casa Juventus dopo la positività di Rugani al Coronavirus

0
Logo Juventus, Juve fonte By Interbrand (Milan, Italy) - Unknown, Public Domain, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=55074500
Logo Juventus, Juve fonte By Interbrand (Milan, Italy) - Unknown, Public Domain, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=55074500,

Staff e calciatori della Juventus sono in quarantena. Dopo la notizia della positività di Daniele Rugani, la società ha attivato tutte le misure per prevenire il contagio tra i giocatori. Stando però a quanto riporta La Gazzetta dello Sport, non tutti i calciatori bianconeri si sarebbero sottoposti al tampone. Ecco quanto si legge sul sito della rosea:

“Tutta la squadra dovrà sottoporsi al tampone (al momento lo hanno fatto solo alcuni), ma anche lo staff e chi lavora a stretto contatto con i giocatori: la procedura impone la quarantena per chiunque abbia avuto un contatto ravvicinato per un tempo superiore a 15 minuti. 

Il virus ha un tempo massimo di incubazione che va dai 2 agli 11 giorni, con un tempo medio di 5,2. Agli altri giocatori verrà fatto il test nel giro di 4-5 giorni. A questo punto non è escluso che ci siano altri casi, considerate le caratteristiche di propagazione del virus e i contatti, inevitabili e frequenti, che ci sono in uno sport come il calcio”.