Juventus, parla Buffon: “Il gruppo vuole apprendere qualcosa di diverso rispetto ai 10 anni passati”

Gigi Buffon torna a parlare del momento della Juventus in occasione della cerimonia che l'ha intitolato nuovo ambasciatore ONU

0
Gianluigi Buffon, fonte By Football.ua, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=20029292
Gianluigi Buffon, fonte By Football.ua, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=20029292

Gigi Buffon riceve l’incarico di ambasciatore ONU. Il portiere della Juventus svolgerà il ruolo di portavoce delle Nazioni Unite per il World Food Programme, il suo compito sarà dare risonanza al problema della fame del mondo.

Una grande soddisfazione per Buffon che ha commentato così l’incarico: “Mi sento un privilegiato. Ho accettato la sfida, non ho l’illusione di cambiare il mondo però penso di poter dare un piccolo contribuito in quanto ad esempio. Deve diventare un sistema contagioso per riuscire, magari un giorno, a far mangiare tutte le persone che ne hanno bisogno. Sarà un’avventura straordinaria dal punto di vista umano”.

Il portiere bianconero ha scambiato qualche battuta anche sul momento della Juventus, soffermandosi sulla ventata di novità portate da Maurizio Sarri:

“È una stagione molto felice, nutrivo qualche dubbio sul nuovo ruolo ma ne ho parlato in famiglia ed ero certo che solo alla Juve poteva diventare una situazione propositiva. Sono contento per l’armonia che sto rivivendo e la stima dei compagni per me è fondamentale. Sarri ha idee molto chiare e riesce a trasferire alla squadra le sue convinzioni. Il gruppo da parte sua ha voglia di apprendere qualcosa di diverso rispetto ai 10 anni passati. I grandi giocatori hanno sempre bisogno di stimoli”.

Parole che nascondono un inevitabile riferimento alla gestione Allegri e alla necessità di cambiare dopo le tante vittorie degli ultimi anni per permettere al gruppo di trovare nuova linfa e ambizione.