Juventus, Pirlo in estate ha chiesto Dzeko e Locatelli: il centrocampista obiettivo per gennaio

Il tecnico aveva fatto due nomi, ma per motivi diversi le trattative non sono andate a buon fine. Speranze per l'arrivo del mediano a gennaio

0
Andrea Pirlo, fonte Flickr
Andrea Pirlo, fonte Flickr

Dal suo approdo in panchina Andrea Pirlo aveva le idee chiare per la sua nuova Juventus. Il tecnico vuole una squadra che giochi un calcio offensivo e che faccia partire la manovra dal basso, per tale motivo ha chiesto alla società due rinforzi: Edin Dzeko e Manuel Locatelli.

Per il primo era tutto fatto, ma il mancato accordo tra Roma e Napoli per Milik ha fatto naufragare l’affare e la Juve ha virato su Morata, che fino a questo momento sicuramente non ha fatto rimpiangere il bosniaco, anzi.

Per Locatelli, invece, il problema era relativo all’alta valutazione del Sassuolo, che per cederlo ha chiesto almeno 40 milioni di euro. Cifra alta per la Juve, che aveva già fatto investimenti importanti per Chiesa e Morata.

Il centrocampista del Sassuolo può tornare di attualità a gennaio. Pirlo e la società non l’hanno dimenticato e, qualora si liberi uno slot nel reparto (Khedira è destinato all’addio), potrebbe partire un nuovo assalto.

Per convincere Locatelli servirà garantirgli un ruolo di primo piano sin da subito, dato che il giocatore non vuole perdere il posto da titolare in vista degli Europei. Per convincere il Sassuolo, invece, servirà mettere sul piatto un’offerta di quelle importanti.