Juventus, pronta l’offerta per Pogba: CR7 di nuovo ai Red Devils con Demiral

RItorno di fiamma tra Paul Pogba e la Juventus che per il francese sarebbe disposta a metter sul piatto CR7 e Merih Demiral.

0
Fonte foto: Wikipedia

Il ritorno di Allegri sulla panchina della Juventus potrebbe essere soltanto la miccia per un’operazione che avrebbe del clamoroso. Paul Pogba nuovamente bianconero è la suggestione su cui Nedved e soci stanno lavorando per lanciare la sfida alle big d’Europa. Una operazione che richiederà tempo, impegno e qualche sacrificio ma che potrebbe generare una girandola di trasferimenti davvero esplosiva.

La notizia del ritorno di Pogba riporta grande entusiasmo nell’ambiente bianconero che non ha mai dimenticato quel diciannovenne arrivato a parametro zero dal Manchester e che lì poi è tornato quattro stagioni dopo per oltre 100 milioni di euro. Il centrocampista francese ha rappresentato per la Juventus e per Allegri una delle risorse più importanti per la conquista di tanti trofei che ora fanno bella mostra di sé nel “J Museum“.

Inoltre il suo spirito guascone e i colpi da predestinato hanno fatto in modo di rimanere scolpito nella mente dei tifosi che nutrono per lui un affetto incondizionato nonostante le cinque stagioni al Manchester United. Ecco perché la voce di un ritorno farebbe incendiare i cuori di molti che per Pogba sarebbero disposti anche a vedere salutare ben due beniamini.

Alcuni rumor parlano sempre più di uno scambio che potrebbe riguardare addirittura Cristiano Ronaldo che proprio a Manchester è esploso a livello planetario. La Juventus non può più permettersi il lauto ingaggio del portoghese e il passaggio ai Red Devils appare una soluzione assai gradita anche all’entourage del fenomeno di Madeira. Inoltre, a seguire CR7, potrebbe toccare a Merih Demiral stimato enormemente da Solskjaer e soci. Il tutto per arrivare ad uno scambio alla pari che dovrebbe far segnare ad entrambi i team munifiche plusvalenze.

Il problema potrebbe però sorgere proprio nelle fila dei Red Devils che, accogliendo Ronaldo, dovranno contestualmente salutare qualcuno lì d’avanti. Il buon senso farebbe pensare ad un addio di Edinson Cavani, trentaquattro anni compiuti a febbraio e un modulo che difficilmente lo vede protagonista nell’attacco dello United. Eppure “El Matador” sarebbe reduce da un prolungamento di contratto fino al 2022 firmato appena qualche settimana fa. Un grattacapo non di poco conto.