Juventus, senza Pogba il bilancio torna ‘normale’

0
Giuseppe Marotta fonte foto: Di photo coundown - photo coundown, CC BY 2.5, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=16589644
Giuseppe Marotta fonte foto: Di photo coundown - photo coundown, CC BY 2.5, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=16589644

Senza Pogba non si cantano messe. È quanto, in sintesi, esprime il bilancio approvato pochi giorni fa dalla Juventus. A darne notizia è TuttoSport che riporta i dati della prima semestrale 2017-18. Attenzione: ciò non vuol dire che la gestione del bilancio della Juventus sia da condannare, anzi. Semplicemente, che di Pogba ce n’è uno solo. Ma andiamo nel dettaglio.

I ricavi sono scesi del 7,8%: da 315,1 a 290,6 milioni e il risultato passato da 72 a 43,3 milioni con un negativo del 39,9%. Ciò è dovuto ai minori ricavi derivati dalle cessioni dei calciatori -da 121,8 a 76,8 milioni-. All’opposto, i ricavi da gara, dai diritti tv, dalle sponsorizzazioni e dal marketing in proprio sono aumentati di 5,4 milioni. Infine, scrive TuttoSport, che c’è stato “l’aumento del monte ingaggio dei giocatori e, soprattutto, dei servizi esterni (intesi come consulenze, forniture, manutenzioni, legate anche al trasferimento della sede alla cascina Continassa) mentre sono in diminuzione gli oneri da gestione dei diritti di giocatori, vale a dire le commissioni di agenti e procuratori (senza l’effetto Pogba non c’è stata neppure la mega commissione di Mino Raiola…)“.