Si scatena l’asta sul perno del centrocampo bianconero, Miralem Pjanic. La Juventus è pronta ad approfittarne

0
Pjanic, fonte Di Ailura, CC BY-SA 3.0 AT, CC BY-SA 3.0 at, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=39394639
Pjanic, fonte Di Ailura, CC BY-SA 3.0 AT, CC BY-SA 3.0 at, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=39394639

Si profila all’orizzonte un’asta di mercato tra le due big spagnole per l’asso del centrocampo della Juventus.
Miralem Pjanic è il duttile centrocampista della vecchia signora, che tanto bene ha fatto in questi anni a Torino.
Nonostante ciò, il giocatore non è giudicato incedibile, a maggior ragione ora che si potrebbe scatenare un’asta.
Secondo la bomba lanciata dal “Mundo Deportivo” le partecipanti sarebbero le due squadre spagnole, Barcellona e Real Madrid, pronte a darsi battaglia per aggiudicarsi l’asso bosniaco.

Juventus: Si scatena l’asta attorno al giocatore bosniaco

Miralem Pjanic è tornato ad essere prepotentemente un obiettivo di mercato del Barcellona, che avrebbe individuato nel bosniaco il rinforzo perfetto per il suo centrocampo.
Nei piani della squadra blaugrana ci sarebbe l’idea di affiancare Pjanic a Busquets, così da creare un centrocampo di qualità e quantità.

La Juventus, con la giusta offerta, non si opporrà alla cessione.
In quest’ottica il club bianconero spera in un’asta tra le due big spagnole, così da poter trarre il massimo profitto.
L’interessamento del Real Madrid è ormai cosa nota, anche se per il momento qualsiasi discorso è congelato dall’arrivo del nuovo tecnico.

Proprio la questione relativa alla nuova guida dei blancos potrebbe aprire degli scenari suggestivi.
Se a sedersi sulla panchina del Real Madrid fosse proprio l’attuale tecnico bianconero Max Allegri, il nome di Pjanic diventerebbe un obiettivo concreto.

Allegri scatenerebbe un effetto domino che coinvolgerebbe direttamente la Juventus.
A quel punto la società potrebbe scatenare un’asta, ma dovrebbe attendere l’arrivo del nuovo tecnico prima di avallare la cessione del centrocampista.

Insomma, la situazione è piuttosto ingarbugliata come una partita a scacchi in cui i giocatori devono pensare bene a quale mossa fare.