Kalidou Koulibaly potrebbe restare al Napoli: la gestione Gattuso lo sta convincendo

0
Koulibaly, difensore del Napoli, fonte Di Dariolucky - Opera propria, CC BY-SA 4.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=46780166
Koulibaly, difensore del Napoli, fonte Di Dariolucky - Opera propria, CC BY-SA 4.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=46780166

Si è più volte parlato quest’anno dell’addio di Kalidou Koulibaly dal Napoli visti i tanti club interessati a lui, tra cui il Manchester United che l’anno scorso offrì una cifra vicina agli 80 milioni di euro, tuttavia senza esito. Non si sa ancora quale sarà il suo futuro. Tutti credono che queste che sta disputando siano le ultime partite con la maglia azzurra. Tuttavia, non è detta l’ultima parola.

Attualmente, la situazione resta complicata, ma non è già deciso che il senegalese, pur essendo uno dei calciatori più ambiti tra gli azzurri, lasci davvero la città per andare a giocare all’estero, magari in Premer, visto che nei giorni scorsi si era parlato anche dell’interesse del Manchester City che era arrivato a offrire 65 milioni e due contropartite come Otamendi e Zinchenko.

Uno dei fattori che potrebbe convincere KK a rimanere a Napoli è proprio la crescente sinergia tra il Presidente Aurelio de Laurentiis e l’allenatore Gennaro Gattuso che sta facendo accrescere sempre di più la compattezza dello spogliatoio ed è riuscito addirittura a far alzare ai suoi ragazzi un trofeo grazie alla conquista della Coppa Italia.

Secondo quanto riportato dall’edizione odierna del Corriere del Mezzogiorno, la leadership dell’allenatore sta facendo la differenza e sta contribuendo a far recuperare l’entusiasmo apparentemente perduto sotto la guida Ancelotti.

Mertens è stato uno dei primi a beneficiare della cura Gattuso: era uno dei sicuri partenti a gennaio e ha infine deciso di rinnovare per legarsi quasi a vita al club che si allena a Castel Volturno. Adesso Koulibaly potrebbe essere il prossimo ad aver ritrovato le giuste motivazioni. La grande prestazione contro il Milan è una delle dimostrazioni del suo ottimo stato sia fisico che mentale.