Khedira rifiuta le offerte dalla Cina, dirigenza della Juventus furiosa

Il centrocampista tedesco continua a rifiutare ogni destinazione nonostante le pressioni della società

0
Sami Khedira, fonte screen Youtube
Sami Khedira, fonte screen Youtube

L’obiettivo del direttore sportivo della Juventus Paratici nell’ultima sessione di mercato era rinforzare la squadra di Andrea Pirlo e liberarsi degli esuberi e dei loro pesanti ingaggi. Operazione quasi del tutto riuscita considerando gli addii dei vari Higuain, Matuidi, De Sciglio e Douglas Costa.

L’unico giocatore rimasto ancora sul groppone è Sami Khedira, che non è intenzionato a lasciare Torino nonostante il pressing della società, da tempo in trattativa con il suo entourage per la risoluzione contrattuale.

Il centrocampista tedesco è fuori dai piani di Pirlo, ma nonostante ciò è convinto di potersi giocare il posto e che prima o poi arriverà il suo momento. Per la Juve non rientra nei piani e lo stipendio da 6 milioni di euro a stagione pesa come un macigno sul bilancio.

La società è furiosa perché, oltre a non voler firmare la rescissione, Khedira continua a rifiutare le offerte arrivate nell’ultimo periodo, con vari club cinesi disposti a garantirgli lo stesso stipendio percepito a Torino.

Sulle sue tracce c’è anche l’Atletico Madrid, ma gli spagnoli sono disposti a prelevarlo solo a parametro zero. Ipotesi che al momento il giocatore non prenderebbe in considerazione.