Kit Harington, cosa accadrà dopo Game of Thrones?

0

Si sa, tutto ha una fine. Nemmeno questa meravigliosa serie tv durerà per sempre e noi fans dobbiamo farcene una ragione già da ora. E’ la prima volta che inserisco in un articolo il mio punto di vista ma la verità è che non so resistere a questo show. Amo tutto il mondo di Game of Thrones, anche le teste che saltano in aria. Come tutti, ho il mio personaggio preferito:
E5DRJhI
Sì lo so, è abbastanza scontato, tutti amano Jon Snow ma la mia è una vera e propria ossessione.
La domanda, quindi, che ci (noi tutti amanti del Lupo Bianco) sorge spontanea è: cosa succederà dopo lo show?

Kit Harington non vede l’ora di radersi e di tagliarsi i capelli come si deve; questo significherà dire addio a Jon Snow: “Senza rivelarvi se riuscirò ad arrivare all’ultima stagione, stiamo provando a dire addio allo show quest’anno. Ciò significa dire addio anche a Jon Snow. Game of Thrones è stata una bella conclusione per l’epoca dei miei vent’anni, ma ora ne ho trenta. Forse posso reinventarmi e allontanarmi da un’immagine così collegata a Game of Thrones. Ma forse questo è stato il ruolo che ho sempre dovuto interpretare. Gli showrunners D&D sapevano che, dopo la morte di Ned Stark, Jon Snow sarebbe diventato uno dei personaggi principali. Chiunque lo avesse interpretato doveva riuscire a incarnare un uomo così nobile da poter essere odiato o amato altrettanto facilmente. Stando alle parole di Martin: “Snow è una parte difficile. Nei libri, ciò che gli succede è una faccenda interiore, emotiva. Io vi posso dire ciò che pensa, ma in TV non si può fare. L’attore deve riuscire a rendere la profondità e le sottigliezze e i conflitti del suo personaggio.”
tumblr_npa4nwxzzm1tmv07ro2_540

Per quanto riguarda, invece, il suo rapporto con Rose Leslie (Ygritte), Kit è riservato ma rivela di essere in contatto con un agente immobiliare per cercare una possibile casa a New York oppure in campagna in Inghilterra o Florida.
tumblr_nmtfpeM85C1so7uc5o1_500

Kit è molto riservato anche sulla politica ma si lascia sfuggire qualche commento: “George Martin un giorno mi ha detto, “Credo che Joffrey sia diventato Re in America. Ed è petulante e irrazionale come quando aveva 13 anni nei libri”. Io non do la mia opinione politica e spesso cerco di non parlarne, mi fido degli esperti. Riguardo al presidente in america non lo chiamerei presidente ma “Mister”. Credo che l’uomo alla guida dell’America sia un genio della truffa.
Game of Thrones a volte viene usato come una metafora troppo spesso. Ma c’è una verità molto importante: le persone che cercano e vogliono il potere sono quelli che non dovrebbero averlo. Forse Jon è l’unica persona che dovrebbe averlo perchè non lo sta cercando.”

Kit vorrebbe passare un po’ di tempo in tranquillità lontano dai riflettori ma i progetti non mancano: sarà il volto di una nuova fragranza di Dolce & Gabbana, nel suo prossimo film lavorerà con Xavier Dolan, nel ruolo del protagonista in The Death and Life of John F. Donovan, insieme a Jessica Chastain e Natalie Portman e infine, ha deciso di fondare la sua casa produttrice, la Thriker Films, per crearsi delle parti migliori da interpretare. Ha sviluppato subito un buon progetto: con l’amico Dan West e l’autore Ronan Bennett, ha creato Gunpowder, una miniserie in tre parti che verrà trasmessa dalla BBC.

Insomma, qualsiasi cosa decida di fare, auguriamo il meglio al nostro Kit!