La diva del teatro italiano, Eleonora Duse, in mostra a Venezia

0
Fonte foto: Wikipedia

L’isola di San Giorgio Maggiore a Venezia ospiterà una mostra fotografica della diva Eleonora Duse. La stanza della Duse sarà aperta fino al giorno 31 marzo e visitabile solo su prenotazione. L’evento nasce con l’intento di mostrare al pubblico il passaggio dal ritratto di una diva all’icona che è oggi.

La collezione fotografica dell’Archivio Duse rappresenta un tesoro dal valore inestimabile. Tutti gli scatti ivi conservati sono in grado di riportare in scena il fascino dell’attrice nei suoi anni di attività tra Otto e Novecento.

Eleonora Duse non ha mai frequentato una scuola di teatro, ma a quattro anni era già sul palcoscenico. Le sue eccelse doti di prima donna hanno fatto sì che potesse raggiungere vette sempre più alte. A ventitré anni è già prima attrice e a ventinove capocomica. Con tutti i suoi successi la Duse si preoccupa di rafforzare con lo studio e con la cultura le sue doti innate. Interpreta opere dal livello artistico sempre più elevato. Dal carattere forte e determinato la diva recita drammi di Shakespeare, Ibsen e D’annunzio. Con quest’ultimo vivrà l’unica vera storia d’amore della sua vita. Un amore tormentato, tradito, sofferto, ma realmente vissuto. La divina Duse descrive con poche e asciutte parole quel che è stato per lei il rapporto sentimentale con il Vate: “Gli perdono di avermi sfruttata, rovinata, umiliata. Gli perdono tutto, perché ho amato”.

Una selezione di ritratti e scatti privati, dunque, mettono in luce il carattere sublime che si cela dietro una donna, straordinaria attrice e artista del suo teatro. Un percorso attraverso le immagini che hanno concorso alla formazione della celebrità di una diva. Un viaggio che possa tramandare il suo ricordo fino ai nostri giorni.