domenica, Luglio 14, 2024
HomeSocietàLa galleria Kaufmann Repetto a Milano

La galleria Kaufmann Repetto a Milano

La galleria kaufmann repetto nasce nel 2000 a Milano e si configura come un ambizioso progetto portato avanti da due sorelle: Francesca Kaufmann e Chiara Repetto.
L’immobile in via Porta Tenaglia, dove ha sede la galleria, è stato rinnovato dall’architetto Frank Boehm e sostituisce l’originaria ubicazione in via dell’Orso. La galleria rappresenta un vero punto di riferimento per l’arte contemporanea, che qui si manifesta attraverso opere artistiche eterogenee. Grazie a questa attività si può ammirare il genio creativo di personalità artistiche provenienti da tutto il mondo.

La nascita della galleria

Il nome originario della galleria era “Francesca Kaufmann”, in onore dell’omonima creatrice di questo progetto. Francesca, da sempre innamorata dell’arte contemporanea, prese la decisione di dedicare la sua vita a questo settore. Con coraggio si gettò in questo campo, che negli anni ’90 possiamo definire come ancora contraddittorio. Tutti gli insegnamenti, le conoscenze e i consigli di cui oggi si serve, sono il frutto di anni di lavoro come allieva di famose personalità artistiche. Pensiamo a Claudio Guenzani, Alighiero Boetti, Gian Enzo Sperone, Claudia Gian Ferrari. Tutti hanno contribuito ad accrescere il suo bagaglio culturale, compresi tutti gli artisti che ha incrociato sulla sua strada. Si tratta quindi di una formazione che non è rimasta rilegata entro i confini dell’Italia.
Nel gennaio del 2000 nasce questa galleria in pieno centro a Milano. Si contraddistingue per un’identità forte e precisa, che viene rispecchiata nelle installazioni messe in mostra al suo interno. La prima mostra ha avuto per protagonista l’artista Candice Breitz.
Fin dal 2005, l’attività di Francesca è sempre stata seguita e condivisa dalla sorella Chiara Repetto. L’ambito degli interessi di Chiara riguardava la letteratura, da qui una Laurea in lettere, ma fu grazie alla sorella se si appassionò anch’essa dell’arte contemporanea, che divenne parte della loro esistenza. Dal 2007 le due sorelle divennero socie in ambito lavorativo. Da qui l’idea di conferire un nuovo nome alla galleria, dal momento del suo spostamento nell’attuale ubicazione in via Porta Tenaglia. Dal 2010 la galleria porta il nome Kaufmann Repetto.

Caratteristiche della galleria

La galleria si colloca all’interno di un elegante palazzo con più di mille anni di storia. Le opere artistiche che vengono messe in mostra, sono collocate all’interno di ampi spazi e occupano anche il cortile, quest’ultimo dedicato alle sculture. Inoltre all’interno è presente una project room, composta dalle sperimentazioni di giovanissimi artisti emergenti. Gli spazi espositivi ospitano le opere più disparate e progetti ambiziosi, motivo per cui gli interni non sono mai uguali, ma vengono adattati in base alle necessità degli artisti.
La galleria tende a rappresentare il mondo dell’arte al femminile. Infatti gli artisti con cui collabora sono prevalentemente donne. Si tratta di una sorta di rivincita in un mondo dell’arte in cui, anche al giorni d’oggi, le donne non vengono ancora considerate allo stesso livello degli uomini.
È doveroso nominare alcune delle protagoniste ingaggiate dalla galleria, per evidenziare l’enorme contributo che conferiscono all’arte contemporanea internazionale. Parliamo di artiste come Corita Kent, Candice Breitz, Maggie Cardelùs, Eva Rothschild, Magdalena Suarez Frimkess. Non mancano però protagonisti uomini, tra cui Adrian Paci, Gianni Caravaggio e Pierpaolo Campanini.
Il valore della galleria Kaufmann Repetto, si fonda sulla caparbietà e sulla determinazione delle due donne fondatrici, capaci di dar vita ad una attività di successo che oggi compie vent’anni.

 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...

ULTIMISSIME