La Juve ci riprova per Icardi: contatti sempre più intensi col PSG

0
Mauro Icardi, fonte Flickr
Mauro Icardi, fonte Flickr

Fallita per ben due volte la trattativa che da Milano avrebbe dovuto portare Mauro Icardi in bianconero, adesso la Juve vorrebbe tentare il colpo (gobbo) attraverso l’intercessione del PSG. Paratici è pronto addirittura a mettere sul piatto due pezzi da novanta pur di spuntarla sul club parigino e dall’Inter ora temono di aver svalutato troppo un giocatore dal valore altissimo.

Si tratta dell’operazione che finalmente potrebbe consegnare alla Juventus il suo ariete che da tempo continua a sfuggire dalle mani a Paratici e soci. Icardi è un vecchio pallino del dirigente ex braccio destro di Marotta ed ora diventati acerrimi nemici nelle questioni di mercato. In estate, dopo il “taglio” voluto da Conte con la bocciatura di Perisic, Nainggolan  e dell’argentino, il manager juventino ci aveva provato ingolosendo l’Inter con uno scambio di giocatori e un lauto conguaglio. La risposta meneghina fu allora un secco no.

Solo più tardi il caso Icardi si risolse con il provvido intervento della squadra di Tuchel che lo portò oltralpe nel dream team dello sceicco Al Khelafi. Una soluzione che garantì all’Inter di risparmiare sul suo ingaggio e che si potrebbe tramutare in una cessione definitiva per appena 70 milioni di euro. Ed ecco la ragione per cui la Juventus potrebbe tornare in corsa per assicurarsi il bomber di Rosario.

La strategia

In estate l’Inter aveva detto no ad un trasferimento in bianconero rifiutando una cifra molto vicina ai cento milioni di euro. Con la presenza di tale clausola che ne taglia ben trenta, i torinesi potrebbero sperare proprio nella possibilità del PSG di attivare la clausola da settanta milioni e poi girare il giocatore alla Juve per qualche spicciolo in più.

Una situazione che farebbe arrabbiare e non poco tutto l’universo nerazzurro. Bisogna dire che l’intera questione si sbloccherebbe soltanto in caso Icardi dicesse sì alla proposta del parigini. E’ di fatti lui il vero ago della bilancia della trattativa. Qualora volesse potrebbe tranquillamente dire no alla possibilità di acquisto e in estate ritornare ad essere un giocatore dell’Inter a tutti gli effetti.