Supercoppa Italiana: la Juventus vince tra le polemiche

La Juventus vince contro il Milan ed alza al cielo la Supercoppa Italiana

0
Supercoppa Italiana, fonte By Lingonn84 - Own work, CC BY-SA 4.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=38107694
Supercoppa Italiana, fonte By Lingonn84 - Own work, CC BY-SA 4.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=38107694

Ieri sera si è giocata la Supercoppa Italiana tra la Juventus, vincitrice del campionato di Serie A ed il Milan.
La sfida si preannunciava, già dai pronostici, piuttosto proibitiva per i rossoneri di Gattuso.

La sfida però ha visto la squadra bianconera vincere di misura sui rossoneri e solo grazie ad un gol del solito Cristiano Ronaldo.
La partita è stata piuttosto combattuta, con i rossoneri che hanno cercato di limitare e colpire i bianconeri ma non ci sono riusciti.

Gattuso però, a fine match, ha voluto togliersi qualche sassolino dalla scarpa riguardo le polemiche attorno a Higuain.

Supercoppa: Gattuso non ci sta e risponde alle polemiche

Sul mancato utilizzo di Higuain dall’inizio del match, il tecnico rossonero ha detto:
” Non è successo nulla. Ieri sera aveva 38.5 di febbre, abbiamo fatto di tutto per metterlo in campo, stanotte ha dormito poco. Sembra una barzelletta ma è vero, stamattina quando è venuto il principe a salutarci ho voluto io che non ci fosse perché magari infettava gli altri col virus”.

Sull’arbitraggio del match, invece, si è esposto l’ex arbitro Graziano Cesari, che a Sportmediaset ha detto:
 “Nessun dubbio sull’espulsione di Kessie, assolutamente meritata. Il fallo di mano di Zapata? Il braccio si allarga ma la distanza è ravvicinata. In questo caso è la discrezionalità arbitrale che induce a fischiare o meno. Non mi sarei comunque stupito se avesse dato rigore. Così come non mi sarei stupito se avesse dato rigore per il fallo di Emre Can. Doveva andare al Var. Per l’intervento di Emre Can su Conti avrei dato rigore perché l’intervento è in scivolata e non tocca mai il pallone”.

Un match molto combattuto sia sul campo che nel post partita, con molti episodi dubbi sia da un lato che dall’altro.
Quel che è certo è che Cristiano Ronaldo ha alzato al cielo il primo trofeo con la sua nuova squadra.