La Juventus aveva chiesto Ansu Fati al Barcellona invece di Arthur

0
Miralem Pjanic fonte foto: Di Ailura, CC BY-SA 3.0 AT, CC BY-SA 3.0 at, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=48800213
Miralem Pjanic fonte foto: Di Ailura, CC BY-SA 3.0 AT, CC BY-SA 3.0 at, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=48800213

Uno dei primi affari di calciomercato conclusosi durante il lockdown è stato lo scambio tra Barcellona e Juventus che porterà Miralem Pjanic al Camp Nou e Arthur Melo allo Juventus Stadium. Tuttavia, secondo quanto riportato dall’edizione odierna del quotidiano francese “L’Equipe”, i dirigenti bianconeri avrebbero ripiegato su Arthur solamente come seconda scelta, perché l’obiettivo sarebbe stato un altro.

Il 30enne bosniaco ha collezionato 30 presenze quest’anno in Serie A mettendo a segno 3 goal e dopo quattro stagioni in bianconero dovrà dire addio ai suoi compagni e andare a giocare con Messi. Arthur, invece, arrivò in Catalogna nel 2018 dal Grêmio e quest’anno è sceso in campo 21 volte segnano gli stessi goal del bosniaco.

La stampa francese però ha rivelato il retroscena secondo il quale, all’inizio della trattativa, Paratici e i suoi colleghi avrebbero chiesto al Barcellona il talento ancora 17enne Ansu Fati.

Il guineano ormai naturalizzato spagnolo è uno dei prospetti più interessanti del calcio mondiale e la dirigenza blaugrana non ne ha voluto sapere nulla. Fati è assolutamente incedibile e ha già dimostrato di avere le carte in regole per fare bene al Barça ma addirittura per essere l’erede di Messi.

In questo periodo di incertezza e di sfiducia dei tifosi del Barcellona nei confronti del presidente Bartomeu sia per la gestione tecnica che societaria, la perdita di Ansu Fati sarebbe stata la goccia che avrebbe fatto traboccare il vaso, per cui, i culers hanno rispedito al mittente l’offerta per Ansu Fati e la Juventus si è dovuta “accontentare” di Arthur.