La lettera di Jennifer Aniston per i tabloid americani

0

Jennifer Aniston icona di bellezza femminile è ormai stufa dei tabloid americani che la descrivono come in realtà non è ” una donna incinta, una donna grassa, una donna in crisi con il marito” così scegli di pubblicare una lunga e commovente lettera per mettere in guardia tutte le donne che come lei si sentono continuamente in dovere di dire o fare qualcosa solo perchè “hanno mangiato un grosso hamburger a pranzo e dalle foto sembra essere incinta”

“Non sono incita, ma sono veramente stufa. Sono stufa di questo controllo che dobbiamo subire sotto la gogna del gossip. Ogni giorno io e mio marito siamo tormentati da tantissimi fotografi che sperano di rubare un nostro scatto. L’oggettificazione a cui le donne vengono costantemente sottoposte è assurda e spaventosa. Ragazzini di tutto il mondo assorbono ciò che vedono, questa cosa inizia presto ed il messaggio che passa è che le ragazze non sono carine a meno che non siano magre, che non sono degne di essere considerate a meno che non siano belle. Questa condizione le ragazze la portano con se fino a che non diventano donne. Un tempo consideravo i tabloid come uno scherzo, non ci pensavo. Ma ora mi sono resa conto della gravità della situazione, l’ho subita sulla mia pelle per anni e mi rendo conto che influisce sul modo in cui noi calcoliamo il valore di una donna.”

La Aniston prosegue dispiaciuta “Questo mese ho riflettuto particolarmente su quanto il valore di una donna sia influenzato dal suo matrimonio o dal suo essere madre. Questo fatto che i giornali si stiano così impegnando per capire se sono incinta oppure no, significa che la nozione di ‘successo’ è ancora una volta legata ai concetti di ‘maternità, matrimonio, famiglia’. Noi siamo complete con o senza compagno, con o senza figli. Possiamo decidere noi cosa è bello nel nostro corpo, la decisione è solo ed esclusivamente nostra. Iniziamo a prendere delle decisioni per noi e per le giovani ragazze che ci seguono. E’ vero un giorno potrei o no diventare madre, ma siccome riguarda me e solo me, sarò i a farvelo sapere. Dopo anni di esperienza ho capito che purtroppo la filosofia dei tabloid non cambierà tanto presto. Ciò che può cambiare invece è la nostra consapevolezza, possiamo decidere noi come affrontare queste situazione e in che modo reagire, in odo che un giorno forse i tabloid riusciranno a comportarsi i modo più umano e si saranno stufati di tutte le loro stronzate.”