La pioggia disturba i piloti nella giornata di test al Montmelò

0

I team e i piloti hanno dovuto modificare la loro scaletta odierna per i test al Montmelò.

Intorno al mezzogiorno è arrivata la pioggia e, dopo un primo momento di incertezza, i top rider si sono ritirati dirigendosi altrove come ad esempio la Yamaha che si è messa in viaggio verso Aragon dove proverà domani e mercoledì, mentre i piloti che avevano bisogno di prendere più confidenza con la moto e le condizioni di bagnato hanno continuato a lavorare.

Con i tempi alla mano comunque il migliore è stato Bradley Smith con 1’42”018: il pilota Tech3 non avendo nuovi componenti da provare si è concentrato sul set up generale come il suo compagno di squadra che però ha chiuso in ottava posizione.

Test molto proficuo per i piloti Suzuki, ancora secondo e terzo, con Vinales davanti ad Aleix di appena 58 millesimi.

Grande lavoro in casa Honda che qui ha riportato il vecchio telaio (Yamaha ne prova uno nuovo mercoledì) e ha lavorato sull’elettronica che continua a creare i grossi problemi: l’esigenza di lavorare sull’elettronica deriva anche dal fatto che tra due GP si congela tutto e Honda è in alto mare.

Prima che arrivasse la pioggia Hernandez è sceso in pista provando dei nuovi freni e il primo responso non è niente male: quarto con 1’42”332.

Cal Crutchlow ha voluto lavorare sul passo gara dopo la caduta di ieri per un contatto con Aleix Espargarò: il pilota Honda ha chiuso in decima posizione.

Il suo compagno di box Miller, insieme a Mike Di Meglio ha girato anche questo pomeriggio con la pista in condizioni precarie proprio per non arrivare impreparati quando capiterà una gara dry.

Per il giovane rookie australiano c’era in programma anche una sessione di prove sull’elettronica per imparare a usare questi sistemi complessi ma ha dovuto lasciar perdere per il maltempo.

Lavoro intenso anche per Laverty e Hayden che hanno sfruttato l’intera giornata testando anche un nuovo forcellone.