La posizione di Massimiliano Allegri comincia a scricchiolare

0

Il day after della prima sconfitta in campionato che è arrivata ieri contro l’Inter a San Siro non è del tutto tranquillo in casa Juventus. Ieri sono arrivate addirittura le critiche di Lapo Elkann che su Instagram ha strigliato la squadra per il risultato maturato al Meazza. I bianconeri erano riusciti addirittura ad andare in vantaggio nonostante una grande prova dell’Inter, ma la squadra di De Boer ha poi rimontato il risultato con Icardi e Perisic. Questa miniserie di due partite senza vittorie già fa scricchiolare l’ambiente. Il pareggio al debutto in Champions League contro il Siviglia e ora addirittura la sconfitta nel derby d’Italia. La Juventus dovrà subito ripartire da mercoledì sera quando allo Stadium arriverà il Cagliari.

Sul banco degli imputati ovviamente Massimiliano Allegri per le sue dubbie scelte di formazione. In particolare al tecnico toscano viene contestato l’aver lasciato Higuaín in panchina e aver giocato con Pjanic regista. Quando il Pipita ieri è entrato, si è reso subito pericoloso con un colpo di testa che è andato di poco a lato. La critica durissima è arrivata anche da TuttoSport che dà ad Allegri tutta la colpa della sconfitta di ieri con il direttore Paolo de Paola che ha scritto: “Higuaín deve giocare sempre“.

Secondo alcune indiscrezioni la posizione di Massimiliano Allegri sarebbe leggermente in bilico e la Juventus sta cominciando a cautelarsi qualora le cose dovessero precipitare, perché naturalmente non ci si può permettere di non farsi trovare pronti. Impossibile la pista Marcello Lippi, già d’accordo con il Guangzhou Evergrande e troppo complicato convincere Fabio Capello. Il clamoroso nome che circola è quello dell’ex allenatore dell’Inter Roberto Mancini. Il tecnico di Jesi sarebbe stato contattato telefonicamente per cominciare a sondare la sua disponibilità, niente di più. Bisognerà aspettare i prossimi sviluppi per sapere la sua risposta.