La prima scelta dell’Inter per sostituire Correa è Felipe Caicedo

0
Joaquin Correa
JOaquin Correa ai tempi dell'Estudiantes. FotoWikipedia

Nella vittoria agli ottavi di finale contro l’Empoli arrivata solamente ai tempi supplementari, l’Inter si ritrova però alle prese con una brutta notizia: l’infortunio di Joaquín Correa. L’argentino è stato costretto a uscire dopo solo quattro minuti di gioco e il suo recupero non si prospetta del tutto facile. Con l’arrivo di un difficile febbraio, l’Inter si ritrova attualmente con i soli Dzeko, Lautaro Martínez e Alexis Sánchez: decisamente troppo pochi per competere in tre manifestazioni.

Riguardo al suo infortunio ecco cosa si legge oggi sulle pagine del quotidiano TuttoSport: “La disperazione e le facce scure dei compagni fanno pensare al peggio. In tal senso saranno dirimenti gli esami strumentali che daranno l’esatta gravità della lesione muscolare. Fosse uno strappo, Inzaghi si ritroverebbe con appena tre attaccanti di ruolo in rosa”.

Con la fortuna di avere ancora il calciomercato aperto, Giuseppe Marotta potrebbe intervenire e puntellare la rosa nerazzurra che indubbiamente è carente di profondità in attacco: il giovane Satriano non è mai stato considerato come schierabile in prima squadra ed effettivamente se l’infortunio di Correa dovesse confermarsi come serio, la necessità di prendere un altro attaccante sarebbe impellente.

Tra i nomi che si stanno studiando, ce n’è uno che era già rimbalzato sui taccuini dei dirigenti nerazzurri nella scorsa estate quando si pensava che l’Inter avrebbe preso anche un vice Dzeko e uno dei preferiti di Simone Inzaghi è Felipe Caicedo che ai tempi della Lazio era il suo vice Immobile.

L’attaccante attualmente al Genoa non è riuscito a imporsi un maglia rossoblù e molto probabilmente gradirebbe tornare alle dipendenze del suo ex allenatore. Quando si avranno notizie certe su Correa, senza dubbio Marotta e Ausilio si attiveranno sul mercato.