La prova dell’esistenza di Dio in “God’s Not Dead”

0

Il filosofo Friedrich Nietzsche scrisse un’opera intitolata “Dio è morto”. Un’affermazione del genere avrebbe messo in serio pericolo coloro che credevano e si appoggiavano pienamente nell’onorare e seguire il cammino di Dio.

Quello che accade nel film “God’s Not Dead” ha dell’incredibile, John Wheaton è uno studente fortemente cristiano. Nel momento in cui conosce il proprio professore di filosofia Jeffrey Raddison, scopre che quest’ultimo pensa che Dio non esiste. John difenderà quello in cui crede ponendo al proprio professore diverse argomentazioni in cui spiega chiaramente l’esistenza di Dio.

God's Not Dead Fonte:foto youtube.com

Il regista Harold Cronk, mette in scena una situazione reale, che si è sempre presentata lungo il cammino di ogni uomo. Dio esiste? Quali sono le certezze? Quali le prove? Sono queste le domande che si pongono gli uomini, domande a cui non è sempre semplice trovare una risposta.

God’s Not Dead è tratto da un romanzo omonimo di Josh Wheaton, mette John dinanzi a delle scelte, il professore di filosofia ateo, pieno di sé e anche un po’ egocentrico lo sfiderà a dimostrargli che Dio esiste, attraverso dei dibattiti molto accesi.

John è pronto a tutto, a rovinare le relazioni con i compagni di classe, con gli amici e con la società. Ma è sopratutto pronto a dimostrare che si, Dio esiste!