La Psichiatra: un thriller psicologico capolavoro di Wulf Dorn

0

Wulf Dorn è uno scrittore tedesco nato nel 1969, la fama lo ha raggiunto proprio quando è stato pubblicato il suo primo romanzo La Psichiatra, pubblicato il 5 Gennaio del 2009 in Germania e distribuito nel 2010 in altri paesi.

Premettendo che non sono mai stata un’amante dei libri gialli/thriller, quando ho comprato questo libro e ne lessi la trama ne rimasi incuriosita, nuovo autore, nuovo genere, perché non provare a leggerlo. Vi basti sapere solo che ne ho letti altri tre di Dorn, uno di seguito all’altro.

Il romanzo parla di una psichiatra, Ellen Roth, appena ventinovenne, che ha a che fare ogni giorno con pazienti schizofrenici e le sue giornate non sono mai leggere, dato che comunque pazienti con questo tipo di patologia devono essere costantemente monitorati e tenuti al sicuro da loro stessi.

Il suo compagno e collega, Chris Lorch, con il quale da poco ha deciso di andare a convivere, parte per un’isola sperduta in Australia, dove rimarrà per tre settimane per concedersi un po’ di meritato relax e lavorare alla revisione di un libro; lasciando ad Ellen il compito di occuparsi di una sua paziente da poco arrivata in reparto.

Il giorno dopo Ellen va a far visita alla paziente, di cui non sa né il nome né la provenienza. Ellen si accorge subito che la donna ha subito gravi maltrattamenti e le chiede se ricorda chi è stato a farle del male, e lei risponde “L’Uomo Nero”. Ellen costretta da un’emergenza a lasciare la stanza promette alla paziente di proteggerla da questo “Uomo Nero”.

Il giorno dopo Ellen scopre che la paziente senza nome è scomparsa, chiede a tutte le persone presenti in reparto se per caso l’avessero vista, ma nessuno tranne lei sembrava conoscere la donna.

Così  aiutata dall’amico e collega Mark Behrendt partono alla ricerca della donna, Ellen durante la ricerca scoprirà la verità. Ma alle volte la verità non è quella che sembra.

Il romanzo procede incalzante e pieno di suspance, tanto da farti completamente immergere nella storia. La scrittura è scorrevole, chiara e ti fa capire tutto nei minimi dettagli.

La sorpresa sta proprio nel riuscire a carpire la verità solo alla fine del libro, proprio attraverso la lettura degli ultimi capitoli.

Mano a mano che la lettura procede si riesce ad immaginare ogni singolo scenario e ad entrare nel vivo della trama, tutt’altro che scontata.