giovedì, Giugno 20, 2024
HomeSpettacoloCinemaRachel, Anna e Megan: tre donne diverse ma dipendenti l'una dall'altra in...

Rachel, Anna e Megan: tre donne diverse ma dipendenti l’una dall’altra in “La ragazza del treno”

La ragazza del treno è un romanzo scritto nel 2015 da Paula Hawkins divenuto un best seller negli Stati Uniti e in Gran Bretagna con oltre tre milioni di copie vendute negli USA.  Nel 2016 è stata proposta la pellicola al cinema diretto da Tate Taylor con protagonisti Emily Blunt, Haley Bennett, Rebecca Ferguson, Luke Evans e Justin Theroux.  La storia è raccontata dal punto di vista di tre donne: Rachel, Anna e Megan.

screenemilyblunt
screenemilyblunt

TRAMA

Rachel Watson, la ragazza del treno, è una donna che ha appena divorziato dal marito e non riesce a superare questa rottura, si rifugia nell’alcool ed ogni giorno prende il treno che attraversa un lungo viale costeggiato da villini, in uno dei quali abita il marito con la nuova compagna, Anna Boyd da cui ha avuto una figlia e con cui tradiva la moglie. In un altro villino, invece, abita una coppia sposata, Scott e Megan Hipwell, che lei considera la coppia perfetta, l’incarnazione del vero amore.

Un giorno, mentre siede nella solita carrozza del treno, nota Megan in compagnia di un altro uomo e questo sconvolge tutte le sue teorie, identificandosi nel marito della donna  tradito. Poco dopo Megan scompare e Rachel fingendosi un’amica di Megan va a casa di Scott raccontandogli ciò che ha visto. L’uomo viene identificato in Abdic Kamal, lo psicologo di Megan e fatto interrogare.

Rachel, così, va a trovare il dottore per saperne di più sulla faccenda, in una seduta rivela i suoi problemi con l’ex marito, dei suoi comportamenti ambigui che hanno fatto perdere il lavoro al marito, momenti in cui lei aveva vuoti di memoria e non ricordava cosa fosse successo.

La notte della scomparsa di Megan, Rachel aveva visto la donna sotto un tunnel e dopo era stata aggredita da una figura che non ricordava, ciò che ricordava e di aver dato della poco di buono a Megan e di essersi svegliata il giorno dopo insanguinata nel suo letto, sospettando di se stessa sulla scomparsa di Megan.

Megan viene ritrovata morta nei boschi, dall’autopsia si scopre che è incinta e che il bambino non è né di Scott né di Abdic. Nel frattempo Anna, diventa sospettosa nei confronti di Tom e si mette a cercare prove nel suo computer ma andando in cerca della password per aprire il portatile trova un secondo telefono e tra i messaggi vocali riconosce la voce di Megan. Suo marito aveva una storia proprio con la donna morta, che era stata la baby-sitter della loro piccola Evie. Rachel incontra la donna per cui lavorava il marito prima di perdere il lavoro che le rivela che il l’ex marito non ha perso il lavoro per colpa sua ma perché era solito andare a letto con numerose collaboratrici. Rachel capisce così che il marito addossava colpe che non esistevano sfruttando la dipendenza dall’alcool della moglie facendola passare per un essere indegno.

Rachel ricorda così di Tom infondo al tunnel che l’aveva aggredita quella sera in quanto l’aveva vista con Megan, quest’ultima aveva confessato a Tom di essere incinta e di non voler abortire e l’uomo indisposto l’aveva colpita facendola cadere e sbattere contro una pietra per poi ucciderla.

Rachel va da Anna per avvertirla del pericolo ma arriva Tom che inizia a litigare con entrambe le donne, Rachel ruba un cavatappi e corre in giardino ma Tom la raggiunge e cerca di strangolarla ma lei lo colpisce alla gola con il cavatappi. L’uomo non è ancora morto e Anna arriva spinge sempre di più il cavatappi infondo alla sua gola uccidendolo.

In centrale, le due donne confermano separatamente che Rachel ha ucciso Tom per legittima difesa, dopo che quest’ultimo si è dimostrato essere l’assassino di Megan. Un anno dopo Rachel è sobria, non beve più e ha trovato un nuovo lavoro, non siede più nella carrozza da cui scorgeva le vite di Anna, Tom, Scott e Megan e si è lasciata alle spalle il passato una volta per sempre.

screenPaula Hawkins, Emily Blunt, Rebecca Ferguson Haley Bennett
screen Paula Hawkins, Emily Blunt, Rebecca Ferguson Haley Bennett

RECENSIONE

Questo film è molto suggestivo, passa dalla storia di una donna ad un’altra, quindi c’è bisogno di molta attenzione. Ogni storia è profonda e ricca di messaggi da cogliere. Rachel è una donna distrutta, ha perso tutto, il marito, la casa ed ha sempre avuto problemi a concepire dei bambini, vede nella nuova vita del marito tutto quello che avrebbe voluto lei, sfoga i suoi dispiaceri nell’alcool che però non la rende lucida, facendola vivere da zombie, non distinguendo i sogni dalla realtà. Riesce però in tutto questo dolore a trovare la forza di combattere e di salvare la vita della povera Anna e sua figlia Evie, che vivono con un uomo spregevole e senza scrupoli. Salvando loro, alla fine salva se stessa.

Anna, invece, è una mamma a tempo pieno, si occupa di sua figlia, del marito e fa volontariato , una donna molto dolce e amorevole che vive ogni giorno con il fantasma  di Rachel sulle spalle. Non si sente amata come un tempo dal marito e sgobba tutto il giorno in casa fino a finire sfatta su un divano addormentandosi. Una donna debole che non riesce a vedere la realtà dei fatti ma che alla fine riesce a ribellarsi dalla sua condizione ed a capire che Rachel aveva ragione su tutto ciò che riguardava il marito.

Megan è una ragazza che ha perso la voglia di amare, passando da un letto a un altro, è un involucro vuoto, non vuole figli dal marito, che la incita a mettere su famiglia. Megan ha perso una figlia in giovane età mentre faceva un bagno si era addormentata con la figlia in braccio e la piccola le era caduta nell’acqua morendo annegata. Da allora si sentiva in colpa e non era più riuscita ad amare ed a sentirsi mamma, ma quando scopre di essere incinta di Tom, non vuole abortire, come se la vita le avesse dato un’altra occasione per rimediare, ma a pagare le conseguenze questa volta sarà proprio lei, pagando con la vita.

Federica Verdoliva
Federica Verdoliva
Voglio raccontare al mondo la verità. Voglio scrivere di tutte quelle cose che vengono nascoste. Voglio essere la voce di qualcuno. Voglio che la gente si accorga che quello che vede non è sempre realtà.
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...

ULTIMISSIME