La Roma non va oltre il pareggio con il Wolfsberger, Fonseca: “Qualcuno non ha meritato di stare in campo”. Due esclusioni con la Spal

La squadra di Fonseca si qualifica ai sedicesimi di Europa League ma da seconda nel girone. Il tecnico duro con i suoi a fine gara

0
Paulo Fonseca, fonte Wikipedia
Paulo Fonseca, fonte Wikipedia

La Roma pareggia in casa con il Wolfsberger e si qualifica ai sedicesimi di Europa League ma da seconda nel girone. Un risultato non positivo se si considera la vittoria del Başakşehir sul campo del Borussia Mönchengladbach. Vincendo i giallorossi sarebbero stati primi nel girone e lunedì avrebbero avuto un sorteggio certamente più agevole. Fonseca al termine della gara era visibilmente arrabbiato per la prestazione dei suoi, ecco le parole:

“Non mi è piaciuto l’atteggiamento della squadra. Abbiamo bisogno di essere più aggressivi, oggi non abbiamo fatto una buona partita. Abbiamo pensato che era facile e qualche giocatore non mi è piaciuto. E’ difficile per me parlare ma qualche giocatore non ha meritato di giocare questa partita”.

Con la Spal la Roma dovrà mettere in campo grinta e carattere se vorrà conquistare i tre punti, probabile quindi l’esclusione dai titolari dei giocatori che ieri hanno deluso il tecnico portoghese. Torneranno in panchina Florenzi e Under, i peggiori nella serata di ieri insieme a Federico Fazio, che sarà comunque impiegato con la Spal a causa dell’infortunio di Smalling e della squalifica di Mancini.

PROBABILE FORMAZIONEROMA (4-2-3-1): Pau Lopez; Spinazzola, Fazio, Cetin, Kolarov; Diawara, Veretout; Zaniolo, Pellegrini, Mkhitaryan; Dzeko.