La Roma segue trenta difensori, ma Digne non molla

0

Il direttore generale della Roma Mauro Baldissoni, ospite dell’Ambasciatore svedese con il quale ha seguito nel pomeriggio di ieri Italia-Svezia, svela i piani per l’imminente futuro di casa romanista. Spalletti non ha avuto mezze misure nel chiedere soprattutto difensori per poter costruire un reparto che ha già perso Antonio Rudiger per un po’ di mesi, corre il rischio di perdere anche Digne e tutto ciò avendo mostrato, già la scorsa stagione, un gap non indifferente da colmare con i rivali bianconeri, che possono invece vantare una delle primissime difese in Europa. E la Nazionale ce lo sta confermando.

Baldissoni con le sue parole sembra voler tranquillizzare il mister giallorosso che insiste da giorni con il reparto arretrato, possibilmente da avere già a disposizione a partire dal ritiro di Pinzolo: “Accontenteremo il nostro allenatore. E’ lunga la lista dei difensori che stiamo seguendo, saranno almeno 30“. Ovviamente tra terzini, centrali e giocatori duttili che possano ricoprire più ruoli.

Ma in casa romanista c’è sempre un certo Lucas Digne che non molla. Il terzino giallorosso, impegnato in questi giorni nell’Europeo casalingo con la sua Francia, intervistato nel ritiro dei Blues da “Le Parisien” non perde occasione per ribadire ancora una volta il suo feeling con Roma e la Roma, nonostante sia arrivato nella Capitale da una sola stagione: “Voglio restare alla Roma, non importa con quale formula. Ho fatto un’ottima stagione a Roma, sto molto bene in questo club, la mia famiglia è felice a Roma“. Il Psg, però, non sembra aver intenzione di lasciarlo in prestito per un altro anno nella Capitale e Spalletti nei giorni scorsi è sembrato ormai quasi rassegnato ad aver perso il francese. La società giallorossa considera ancora troppi i 18 milioni necessari per poterlo riscattare a titolo definitivo, ma Sabatini è invece convinto che più passa il tempo e più probabilità ci sono di poter vincere questo braccio di ferro con i parigini, perché il giovane difensore ha un contratto in scadenza nel 2018 che deve essere rinnovato. Ma intanto però a Roma si coprono con Mario Rui.