La rosa del Napoli non è mai stata così abbondante e qualitativa: imbarazzo della scelta per Gattuso

0

Probabilmente la rosa del Napoli 2020/21 è una delle più qualitative della storia azzurra. Alla qualità indubbia dell’organico va poi aggiunta una grandissima quantità di elementi, che ‘costringe’ Gennaro Gattuso a dover prendere delle scelte difficile ma comunque stimolanti per qualsiasi allenatore.

Partendo con ordine, l’abbondanza è ravvisabile già in porta, con due primi portieri che si alternano tra loro: Alex Meret e David Ospina. Sulla carta anzi il portiere friulano, per il quale la società azzurra ha fatto uno sforzo economico importante, parte addirittura dietro nelle gerarchie.

Anche il reparto difensivo, pur peccando di qualità in alcune parti, è molto folto. La zona centrale è super coperta dai titolarissimi di spessore Manolas e Koulibaly. Alle loro spalle vi sono due riserve di lusso quali Maksimovic e Rrahmani. I terzini sono invece ben cinque: Hysaj, Di Lorenzo, Malcuit, Mario Rui e Ghoulam.

Il centrocampo del Napoli è di altissimo livello ed è quello che presenta anche le scelte più dolorose, a seconda del modulo da utilizzare. In totale questo reparto azzurro vanta 6 calciatori: Demme, Lobotka, Fabian Ruiz, Zielinski, Elmas e Bakayoko. I titolari nel 4-3-3 dovrebbero rimanere Demme, Ruiz e Zielinski, nonostante Bakayoko scalpiti per una maglia da titolare.

Una maglia da titolare che invece il nuovo acquisto francese dovrebbe essere sicuro di avere in caso di 4-2-3-1, fungendo da schermo davanti alla difesa. In questa situazione al suo fianco potrebbe agire Zielinski: rimarrebbero così ‘incredibilmente’ fuori dall’11 iniziale Fabian Ruiz e Demme.

Anche in attacco il reparto presenta molta abbondanza, seppur orfano di José Maria Callejon. Il 4-3-3 vede in ballottaggio di Mertens con il nuovo acquisto Osimhen. Ai suoi lati Insigne e uno tra Politano e Lozano. Il 4-2-3-1 permetterebbe invece a Mertens e Osimhen di coadiuvare l’attacco, con il belga a fungere quasi da trequartista.

Infine, sempre nel reparto offensivo, non vanno dimenticati l’arrivo a Napoli di Andrea Petagna, riserva di prima fascia, e la permanenza inaspettata di Milik, il quale dovrebbe accomodarsi sempre in tribuna poiché ‘fuori rosa’.