La storia di Marco Milanese: dal fallimento col Parma alla convocazione in prima squadra

0
Coppa Italia
La coccarda della Coppa Italia, foto di it.wikipedia.org

La storia di Marco Milanese è una di quelle bellissime storie che solo il calcio sa regalare.

Marco nasce nella città molisana di Isernia e muove i suoi primi passi calcistici in una scuola calcio del posto allenato da mister Giuseppe Troiano. Durante un torneo Marco fu notato dagli osservatori del Parma che decisero di prenderlo e aggregarlo alla squadra allievi. Il 15enne lascia famiglia e amici per trasferirsi in Emilia – Romagna e inseguire il suo sogno.

La stagione 2014-2015 è quella del fallimento della società Parma e, finita quell’esperienza, passò alla Beretti del Torino. Dopo solo sei mesi arriva una chiamata di Daniele Petrone (osservatore del Napoli) che lo convince ad aggregarsi alla Primavera azzurra.

A Sant’Antimo Marco diventa subito il leader della squadra di Saurini e questa sera, complice anche l’assenza di Chiriches, mister Sarri ha deciso di convocarlo per la partita di Coppa Italia contro lo Spezia.

Mister Troiano, che lo conosce molto bene, racconta di lui come di un ragazzo umile, con la testa sulle spalle, abituato a fare grossi sacrifici, sempre leader nello spogliatoio e in campo. Un ragazzo che si è sempre confrontato con giocatori più grandi di lui e che sicuramente non avrà timore nell’affrontare questa nuova sfida.

Piccola curiosità: Marco è il “compagno di giochi” di Diawara e Lasicki, un piccolo gruppetto che, quando non è impegnato con gli allenamenti, si diverte a giocare alla Playstation. E questa sera l’isernino si troverà nello stesso spogliatoio di quei campioni con cui gioca alla Play…