La trasformazione di Icardi. Cede il rigore a Perisic ed esulta con lui

0
Perisic Icardi
Ivan Perisic e Mauro Icardi, protagonisti della scena del rigore contro il Frosinone. Fonte Youtube

Chissà cosa avranno pensato i supporters interisti quando hanno visto Mauro Icardi cedere la battuta del rigore al compagno Perisic senza battere ciglio. Una scena che non andava in onda da anni perchè da quando all’Inter ogni tiro dal dischetto è sempre stato diritto esclusivo del centravanti argentino.

La cosa che più di tutte ha sorpreso pubblico e stampa è stata che nessuno dei due sembrava aver ricevuto dalla panchina ordini in merito al penalty. Tutto è sembrato naturale e spontaneo.

Certo, un minimo di rammarico si è notato sul visto sconsolato di Icardi. Con testa bassa e passo lento ha ceduto il pallone all’ala nerazzurra e si è disposto diligentemente oltre la linea della lunetta fuori dall’area di rigore.

Ad esecuzione avvenuta, con risultato positivo, è corso tra i primi a congratularsi col compagno, eppure qualcosa tradiva la tensione del momento. Il “cinque” e il sorriso rivolto al festeggiato sembravano nascondere sentimenti contrastanti. E’ chiaro che vedersi tolta la possibilità di aumentare il proprio bottino di gol annuale non gli è proprio andata giù.

Icardi è un ragazzo imperscrutabile. Gioca e pare non volerlo fare, almeno nel modo in cui attualmente è impiegato. Eppure quando si siede in panchina , o peggio in tribuna, lancia fervidi strali contro chi non lo schiera titolare. L’a.d. Marotta è stato chiaro: il futuro è solamente nelle sue mani. Dopo aver ceduto fascia e diritto sui rigori, forse Icardi cederà anche alle sirene che lo vedono lontano da Milano.