La vendetta è un piatto che va servito freddo: Lech Poznan-Fiorentina 0-2

0
La Fiorentina doveva vincere. Doveva vincere sia per riscattare la brutta figura della gara d’andata al Franchi, sia perchè non vincere avrebbe portato molto probabilmente all’addio prematuro alla competizione europea. E poi perchè, diciamocelo, essere capolista del campionato italiano porta ad alcune responsabilità, e una seconda sconfitta contro una squadra che ha un gap così evidente non è concepibile.
LA PARTITA
Si intuisce da subito che a farla da padrone saranno soprattutto i nervi, tesissimi dal primo minuto. Una sfida da impostare, giocare e vincere sul minimo errore dell’avversario, molto simile ad una partita di scacchi. A parte un paio di occasioni, però, il Lech non brilla. Il match è fin troppo ragionato, e a perderci è la spettacolarità. Dall’altra parte della linea di centrocampo, troviamo una Fiorentina molto macchinosa in attacco, con un Giuseppe Rossi che da prima punta non può offrire il massimo delle sue doti, e che, vista la mancanza per turnover di Kalinic, dovrà gestire il reparto avanzato praticamente da solo. Ma, come un cobra, imprevedibile e velenoso, al 42° appare Ilicic. Giuseppe Rossi si conquista un calcio di punizione da 20 metri e lo sloveno non sbaglia, sbloccando un risultato che fin li sembrava ormai segnato, almeno per quanto riguarda il primo tempo.
La ripresa offre uno spettacolo completamente diverso, con la Fiorentina che forte del vantaggio, non ha la preoccupazione di dover andare in gol e può esprimere tutto il suo gioco. Di tale situazione non si accorge Urban, il tecnico dei polacchi, che paradossalmente decide di coprirsi, affidandosi al contropiede. Morale della favola, il Lech avrà solo un’occasione in tutto il secondo tempo, al 33°, e la fallirà clamorosamente per giunta. Ma dopo 5 minuti al danno si aggiunge la beffa, con Mati Fernandez che suggerisce per Ilicic, il quale sigla lo 0-2 nonchè la sua personale doppietta, riportando l’onore e la gloria a Firenze
TABELLINO
Lech Poznan-Fiorentina 0-2
(primo tempo 0-1)
MARCATORE: Ilicic al 42′ p.t. e al 38′ s.t.
LECH POZNAN (4-4-2): Buric; Kedziora, Dudka, Kaminski, Kadar; Formella (dal 15′ s.t. Lovrencsics), Tetteh (dal 27′ s.t. Thomalla), Tralka, Pawlowski; Linetty, Hamalainen (dal 32′ s.t. Gajos). (Gostomski, Douglas, Ceesay, Arajuuri). All. Urban
FIORENTINA (3-4-2-1): Sepe; Tomovic, Rodriguez, Astori; Blaszczykowski (dal 27′ s.t Alonso), Vecino, Suarez (dal 34′ s.t. Badelj), Bernardeschi; Mati Fernandez, Ilicic, Rossi (dal 18′ s.t. Kalinic). (Tatarusanu, Roncaglia, Borja Valero, Babacar). All. Sousa
ARBITRO: Ozkahya (Tur)
NOTE: ammonito Linetty (L).