Ecco la vera alternativa ad Antonio Candreva!

0

Da tempo l’Inter sta cercando di piazzare il colpo che riguarda l’esterno d’attacco. In pole c’è sempre Antonio Candreva, ma bisogna cercare di opporsi agli attacchi, che sicuramente arriveranno, di Napoli e Chelsea. L’Inter però avrebbe raggiunto un’intesa di massima con il giocatore. Intanto il Ds nerazzurro, Ausilio, starebbe per muovere i primi passi verso Lotito mettendo sul piatto 16 milioni più 2 di bonus. L’offerta sembra tuttavia essere lontana da quella che Lotito si aspetta per liberarsi di Candreva, ovvero 25 milioni. L’Inter cerca comunque di far abbassare le richieste della Lazio cercando di piazzare qualche contropartita tecnica e sperando che le prestazioni all’Europeo non siano tali da far lievitare il prezzo del cartellino, se così non fosse l’Inter è pronta a vivare su ben altri giocatori.
Inoltre prima di fare qualsiasi mossa i dirigenti nerazzurri sono costretti ad aspettare il 28 giugno, data in cui il gruppo cinese della Suning farà il suo ingresso ufficiale in società, solo a questo punto potrebbero aumentare il pressing per i vari giocatori che nel frattempo vengono seguiti.
Questa resta una settimana importante in casa Inter, settimana che permetterà di definire tutte le varie strategie di mercato.
Ausilio e Mancini seguono da tempo anche Erik Lamela, argentino ora impegnato nella Coppa America ma in forze al Tottenham. La pista che porta all’ex romanista non sarebbe semplice da percorrere in quanto gli Spurs sono un cliente difficile da trattare soprattutto sarà difficile convincerli a lasciar partire un loro gioiello.
L’alternativa sembra proprio essere lui: Domenico Berardi.
L’attaccante del Sassuolo avrebbe infatti ripetutamente rifiutato le offerte della Juve, ma nel giro di pochi giorni i dirigenti delle due squadre si rincontreranno per discutere nuovamente del giocatore. L’anno scorso la “vecchia signora” si è riservata il diritto di “recompera” ad una cifra intorno ai 25 milioni. A Torino i soldi sono pronti e pare che il mister Max Allegri abbia dato il suo consenso a concludere l’operazione.
E allora cosa frena la conclusione dell’affare? Blocca tutto proprio Domenico Berardi perchè non è convinto del passaggio in bianconero in quanto non ama i cambiamenti e inoltre, cosa da non escludere, vuole una maglia da titolare e questo la Juve non può garantirglielo, al contrario del Sassuolo. Proprio in questa situazione si inserisce l’Inter, anche perchè dalla Cina sembra essere arrivato il consenso per ufficializzare l’offerta proprio per Berardi: 25 milioni al Sassuolo e 2,5 milioni netti al giocatore per 5 stagioni. Questa è un’operazione da 50 milioni complessivi e per la buona riuscita dell’affare non bisogna sottovalutare la volontà del giocatore che ama i colori nerazzurri e che con Mancini potrebbe avere un posto da titolare senza precludersi la vetrina dell’Europa League.
Resta solo da capire come intende muoversi Squinzi, presidente della società neroverde, che durante un’intervista aveva escluso l’approdo del suo gioiellino in nerazzurro.
L’offerta, tuttavia, sembra essere di quelle irrinunciabili e appena sarà recapitata sul tavolo del patron neroverde potrebbe farlo vacillare fino a farlo cedere in favore, appunto, dell’Inter.
Infine le caratteristiche tecniche di Berardi sembrano affini al gioco del Mancio. Si attende solo l’apertura del calciomercato.