La verità di Joy

0

Joy è semplicemente una persona che ha creduto in sé stessa. Tutto ciò che ha subito è la conseguenza indiretta di ciò che è diventata.

Basta poco per credere di essere qualcuno, quando in realtà non si è nessuno. Per tutta la vita Joy ha desiderato di dare vita alle sue creazioni e di creare il marchio che poi sarebbe diventato suo.

La pellicola è tratta da una storia vera, la storia di una donna che ha inventato il mocho, il racconto di come questa donna è cresciuta e il mondo in cui ha dato vita al suo prodotto. David O. Russell ha dato vita ad una storia, ha preso degli attori e li ha fatti diventare il prodotto di ciò che un giorno è realmente accaduto.

La nonna Minnie è la voce narrante, colei che ci fai conoscere Joy e che spiega come ha dovuto subire e sopportare la sua intera famiglia. Un padre assente, una madre malata, una sorellastra prepotente, un ex marito disoccupato . E’ Joy ad avere tutto il peso sulle spalle e questo lo si capisce immediatamente, il senso di impotenza che si avverte dalla prima volta in cui la telecamera inquadra Jennifer è così palpabile che ci fa sentire quasi ansiosi, in cerca di una rivincita.

La rivincita che avrà Joy alla fine della sua vita, al termine della pellicola,è una fine vittoriosa che fa sentire le persone capaci di poter fare grandi cose. Capaci di poter inventare oggetti, capaci di poter credere in sé stessi!

“Ti accorgi che l’unica cosa che avrai è quello che crei”Joy Mangano.