L’affondo di Chiariello: “Avevo creduto in Ancelotti, sono un allocco. Con Sarri i portieri erano in vacanza”

0
Ancelotti
Fonte: Di Светлана Бекетова - http://www.soccer.ru/galery/948119.shtml, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=68823009

Stavolta Umberto Chiariello, noto giornalista napoletano, nel suo editoriale su ‘Campania Sport’ ci è andato giù pesante e non ha risparmiato critiche su Carlo Ancelotti, usando toni molto forti.

Sono un allocco perchè ho creduto in Carlo Ancelotti“, ha detto. “Due mesi dopo siamo costretti a gridare al game over” e “la fase difensiva è terrificante in questo Napoli“. Tantissime, in ogni caso, le critiche al lavoro del mister.

Non mancano i paragoni con Sarri: “Con Sarri subivamo molto meno tiri, i portieri erano in vacanza con lui. L’anno scorso e quest’anno subiamo ovunque, Meret e Ospina sempre i migliori in campo. Non correvamo tanto, quest’anno poco meno. Siamo adesso più fallosi“.

Affondo anche verso chi si cela dietro i torti arbitrali:”Siete ridicoli quando vi sento dire che la sconfitta di Roma è per colpa del gol di Ilicic con l’Atalanta. Dopo il rigore su Mertens dato che non c’era a Firenze, da quel momento è stato un crollo. Il problema è che se il Napoli fosse un disastro avremmo chiesto la testa di tutti, ma la squadra ha dimostrato in certe occasioni che è una grande squadra“.

Riuscirà Ancelotti a risalire la china?