Lapo Elkann arrestato e poi rilasciato a New York: simula rapimento con un’escort

0

Lapo Elkann è stato arrestato e poi rilasciato dalla polizia di New York per aver simulato un sequestro per ricevere dalla famiglia 10mila dollari, dopo aver speso tutto in due giorni con un’escort, a riportare la notizia sono state tre importanti testate statunitensi: New York Daily News, Daily Beast e Hollywood reporter. Lapo era sbarcato in America giovedì scorso per la festa del Thanksgiving, contattando un’escort 29enne e trascorrendo con lei due giorni di eccessi tra droga e alcol.

IL PIANO– Terminati i soldi l’escort avrebbe pagato per ricevere altra droga, con Lapo pronto a restituirle il denaro speso. Per questo motivo il nipote di Gianni Agnelli avrebbe simulato un finto sequestro rivelando alla famiglia di essere trattenuto contro la sua volontà da una donna che gli avrebbe fatto del male se non gli avessero fatto pervenire 10mila dollari in breve tempo. Secondo i giornali americani un membro della famiglia Agnelli si sarebbe rivolto alla polizia, organizzando una finta consegna del denaro e bloccando la coppia di complici. L’accompagnatrice è stato subito rilasciata in quanto il piano era stato programmato da Lapo, mentre a quest’ultimo è stata consegnata una citazione davanti ad una corte, con l’accusa di falsa denuncia. Già nel 2005 Lapo Elkann era stato al centro di uno scandalo, dopo essere stato salvato per miracolo da una overdose, dopo una notte in compagnia con un transessuale.