Lautaro ma che combini? Gol e follia finale, così l’Inter perde altri due punti per strada

L'Inter pareggia a San Siro contro un Cagliari mai domo. Lautaro segna nei primi minuti il gol del vantaggio poi perde la testa e viene espulso. Ne segue una scena davvero triste e insulti da prova TV

0
Lautaro Martinez
Lautaro Martinez, giocatore dell'Inter impegnato in Copa America con la albiceleste argentina. Foto Wikimedia Commons

E’ finita come peggio non poteva. Il lunch match che metteva una di fronte all’altra Inter e Cagliari a pochi giorni dalla sfida in Coppa Italia si conclude con un pareggio umiliante e tante proteste. Lautaro nel giro dei novanta minuti mostra tutto il buono e il peggio di sè ed ora Conte pare sempre di più sulla graticola.

Parte bene l’Inter con un 3-5-2 che presenta il neo acquisto Young sulla fascia sinistra. L’impatto dell’ex Manchester United è talmente forte che serve lui l’assist per il gol del vantaggio nerazzurro siglato da Lautaro Martinez. “El Toro” è in grande forma e i difensori sardi faticano tantissimo a tenerlo imbrigliato al di fuori della loro area di rigore. Certo, i dubbi su una sua presunta spinta sul difensore rossoblu lasciano tanti dubbi e i sardi protestano vibratamente. Per l’arbitro e il Var è tutto okay.

Il match, nonostante il vantaggio interista non rallenta nel ritmo con continui ribaltamenti di fronte e occasioni un po’ per tutti. Lukaku e Sensi si divorano a più riprese il gol del 2-0. Dall’altra parte ci pensano Ionita e Pellegrini a tenere alta la concentrazione della retroguardia nerazzurra (la parata di Handanovic sull’esterno in prestito dalla Juve è un vero miracolo). Una retroguardia che però al diciassettesimo del primo tempo deve già fare a meno di Skriniar. La partita è bella e l’Inter potrebbe anche recriminare per un fallo della difesa rossoblu su Lukaku che si stava catapultando in area di rigore. Poi il buio.

Al minuto ’78 l’ex Radja Nainggolan appena al di fuori dalla lunetta dell’area interista lascia partire un destro che rimbalza sul tallone di Bastoni e si infila a fil di palo alla destra di Handanovic. L’episodio segnerà la svolta dell’incontro. Nel giro di pochi giri di lancetta vengono ammoniti De Vrij e Lautaro Martinez (dei sardi nessuno apparirà nella lista dei cattivi del signor Manganiello).

La gara si fa incandescente quando ancora Lautaro Martinez viene sanzionato per il fallo seguente e il rosso è davvero inevitabile. Gli animi si scaldano e ne esce un teatrino davvero poco edificante per l’argentino. L’attaccante allontana il pallone con stizza calciandolo lontano e rivolge alla volta dell’arbitro decine di improperi che sicuramente andranno analizzati con prova tv.La concha de tu puta madre!, il labiale che tutti possono facilmente apprezzare in diretta non sarà lasciato impunito. Il bomber rischia le usuali tre giornate di squalifica. Per Conte è davvero un brutto colpo e stasera la Juve può allungare ulteriormente in caso di vittoria contro il Napoli.