giovedì, Giugno 20, 2024
HomeSportCalcioLazio, Ciro Immobile è il bomber più prolifico tra i primi...

Lazio, Ciro Immobile è il bomber più prolifico tra i primi cinque top campionati d’Europa!

Con l’ennesima doppietta siglata nell’anticipo dell’ottava giornata di Serie A contro la Juventus (cinque doppiette e una tripletta in stagione contando anche quella fatta in Supercoppa Italiana) l’attaccante della Lazio Ciro Immobile ora si trova al commando della classifica cannonieri con un goal di vantaggio dall’argentino Paulo Dybala (che proprio nella gara casalinga contro la Lazio ha sbagliato il secondo rigore consecutivo), a +2 dal “nove” del L’Inter Mauro Icardi (a quota 9 goal dopo la tripletta nel derby). Ai piedi del podio c’è l’attaccante della Roma Edin Dzeko fermo a 7 reti come il numero 14 del Napoli Dries Mertens.

Con la doppietta segnata sabato pomeriggio dall’attaccante napoletano all’Allianz Stadium il quale ha bloccato il numero di imbattibilità di “Madama” in casa (dopo 41 risultati di fila in campionato), ora si ritrova a 15 reti stagionali segnate sia in Serie A sia nelle coppe Europee diventando l’attaccante più prolifico nei top cinque campionati Europei. Con le undici reti messe a segno in queste prime giornate di campionato, l’ex Siviglia si trova a braccetto con “mostri sacri” come la pulce Leo Messi, a +1 dall’attaccante del Borussia Dortmund Aubameyang (10 reti in 8^ giornate) e a +4 dall’attaccante del Manchester United Romelu Lukaku (7 reti in 8^ giornate). Solo il colombiano Falcao al momento sta facendo meglio del biancoceleste (12 reti in 9^ giornate di Ligue 1).

Ritornando in Italia e calcolando le reti segnate dall’ex Borussia sia l’anno scorso sia quest’anno il numero arriva a 41 (due in meno al fenomenale Mertens e sette in meno all’attuale retentore della classifica cannonieri del campionato nostrano). Lo stesso però si trova a +10 reti dall’attuale numero 10 bianconero. Questi sono numeri impressionati. Numeri che fanno capire che Immobile è un bomber di razza, un bomber che può competere benissimo con campioni del calibro della “pulce”, CR7, Falcao, Cavani e altri attaccanti che attualmente militano nei top club d’Europa.

Chissà se lo stesso numero 17 della Lazio riuscirà a conquistare di nuovo il titolo di capocannoniere come quattro anni fa quando militava nel Torino, prima di fare due stagioni “opache” in Germania e Spagna per poi tornare in Serie A per vestire ancora una volta granata perché gli spagnoli (come la Juventus che lo lanciò nel calcio) non credette più in lui e segnando soltanto 5 reti in cinque mesi. Un misero bottino per lui che nel primo anno in granata aveva segnato 22 reti. Ma poi a luglio la “rinascita” grazie al tecnico Simone Inzaghi, come lo stesso ha affermato nel post partita di Juventus-Lazio “sono rinato grazie a lui”. Effettivamente così sembra.

Ora Ciro da leader della Lazio e della Nazionale Italiana dovrà trascinare la prima per cercare di farla rimanere nelle zone alte della classifica fino alla fine del campionato magari riportarla di nuovo in Champions League (l’ultima volta fu nel 2015 quando alla guida c’era Stefano Pioli) e portare l’Italia ai Mondiali di Russia 2018 vincendo le due gare del playoff (l’avversaria degli azzurri sarà la Svezia). Ma con un Immobile così Lazio e Italia potranno sperare nella realizzazione degli obiettivi prefissati.

Intanto l’attaccante campano è pronto ha legarsi a vita con la Lazio: Infatti a quanto scrive il quotidiano milanese “La Gazzetta dello Sport” pare che il club biancoceleste è pronto a far firmare al giocatore un contratto fino al 2023 con tanto di prolungamento di contratto portato a 2,5 di euro più bonus (attualmente ne guadagna 2 milioni più bonus). Quando firmerà il nuovo contratto con la società capitolina (la firma è prevista già per i prossimi giorni) Immobile diventerà il giocatore più pagato, come il centrocampista brasiliano Lucas Leiva, della squadra di Simone Inzaghi. Tra il giocatore e il presidente Lotito già c’è l’accordo, bisognerà solo mettere nero su bianco per prolungare per altri 5 anni l’avventura dell’ex Juventus con il club laziale.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...

ULTIMISSIME