Lazio-Inter, il lupo Podolski: “Possiamo vincerle tutte, è il mio momento..”

0

‘The Wolf’, così è soprannominato Lukas Podolski. Oggi il tedesco è diventato improvvisamente specchio dell’Inter in cerca di punti per l’Europa League, dopo la rete decisiva contro l’Udinese nello scorso turno di campionato. Il ‘lupo affamato di Appiano Gentile‘ ha tanta fame di gol e di punti, e così si presenta alla vigilia dell’importantissima gara contro la Lazio: “Il lupo ora non è arrabbiato, è felice. E’ il mio momento..”

Il lupo che azzanna l’aquila biancoceleste è la storia un po’ macabra di Lazio-Inter, che magari sogna di scrivere Roberto Mancini con i gol di chiunque, anche del tedesco ormai fuori dal progetto nerazzurrro. Infatti Lukas ha perso il pelo ma non il vizio di metterla dentro, come ad Udine, ultima trasferta vinta dall’Inter e quarta nelle ultime sei disputate in campionato. Anche se la pecca della truppa nerazzurra è di non aver mai vinto fuori da San Siro con una ‘grande’ della Serie A. Infrangere questo tabù, in casa dell’amico Klose, darebbe a Podolski e a tutto il popolo nerazzurro la spinta forse decisiva alla corsa per l’Europa che verrà.

Così dunque parla l’attaccante tedesco ai microfoni di Sky Sport: “Ci servono 3-4 punti. Abbiamo ancora 4 partite da giocare e possiamo vincerle tutte, così giocare la prossima Europa League: questo è l’obiettivo.” Sembra anche più possibile visto l’impegno in trasferta, dove i nerazzurri hanno offerto il loro meglio nell’ultimo mese, specie contro squadre più abituate a giocare a ‘viso aperto’ rispetto che chiudersi totalmente in difesa ad aspettare. Il copione non cambierà per l’Inter: a guidare l’attacco il solito Icardi, 5 reti nelle ultime 6 trasferte, che dovrà sostenere l’attacco nerazzurro affamato di punti e di Europa.

Eppure l’ultima firma sull’accesso nelle Coppe Europee potrebbe farla chi, a fine campionato, raggiungerà di nuovo Londra per tornare dal prestito all’Arsenal. Podolski è pronto a conquistare l’Europa con l’Inter, dopo aver conquistato il mondo in Brasile.