Lazio-Roma posticipata a lunedì: ok del prefetto, vince la linea Lotito

0

Il primo round va alla Lazio: la Lega ha deciso di posticipare il derby di Roma. La stracittadina romana, prevista per domenica alle 15, si giocherà lunedì pomeriggio, alle 18 o alle 18:30, orario più gradito alle televisioni.

Vittoria per il club di Lotito. La Roma, invece, si era da subito detta contraria allo spostamento a lunedì, chiesto ufficialmente dai biancocelesti per l’anticipo della finale di Coppa Italia, dopo che la Juventus ha raggiunto la finale di Champions League. I biancocelesti, terzi ad un punto dai giallorossi, sfideranno dunque i bianconeri mercoledì sera all’Olimpico, calcio d’inizio alle ore 20:45. Nell’ultima giornata, dopo il derby che potrà decidere moltissimo riguardo la lotta alla Champions League, sono in programma Roma-Palermo e Napoli-Lazio: la Roma avrebbe la matematica certezza del secondo posto battendo la Lazio, oppure pareggiando il derby e battendo i rosanero domenica 31 maggio.

Molto probabile che una decisione definitiva su data e orario del derby, dopo un ultimo giro di consultazioni, sarà presa dalla Lega del presidente Beretta domani. In casa Roma, la richiesta dei cugini non ha fatto particolarmente piacere, anche perché da Trigoria hanno sottolineato di non aver usufruito di posticipi al lunedì in occasione delle gare infrasettimanali disputate in Champions nel corso della stagione. Situazione evidenziata con decisione dal ds Sabatini: Quando si gioca il derby? Si gioca domenica, è in calendario per domenica, e ci mancherebbe altro che non fosse così. Sarebbe sbagliato spostarlo – le netta presa di posizione del dirigente -. Sarebbe sbagliato perché la Lazio gioca mercoledì, e la Roma ha giocato tutte le gare del girone di Champions il mercoledì e non ha mai spostato la partita né ha mai chiesto di farlo. Non vedo perché si debba quindi andare contro a un calendario che già esiste”.

Sull’eventualità di giocare i derby della Capitale in notturna, invece, in passato si sono espressi negativamente i responsabili dell’ordine pubblico (Viminale e Osservatorio sulle manifestazioni sportive), preferendo sempre le ore del giorno per poter gestire meglio l’afflusso e, soprattutto, il deflusso del pubblico dallo stadio Olimpico. Perciò la soluzione più plausibile rimane quella del lunedì pomeriggio: Non sono assolutamente preoccupato, c’è un lavoro quotidiano su tutte le aree strategiche che coinvolgono la mobilità, la viabilità e le strategie per la sicurezza della città con il prefetto Gabrielli, stiamo lavorando molto bene e non ho nessuna preoccupazione, ha detto il sindaco di Roma Ignazio Marino.