Lazio truffata da un hacker: spariti 2 milioni di euro

0
Stadio Olimpico, Roma, Lazio, fonte Di Alexdevil - Opera propria, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=13654146
Stadio Olimpico, Roma, Lazio, fonte Di Alexdevil - Opera propria, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=13654146

La Lazio vittima di una truffa, un hacker avrebbe rubato alla società di Claudio Lotito circa 2 milioni di euro, soldi che erano destinati al pagamento dell’ultima rata per l’acquisto dell’olandese de Vrij dal Feyenoord. Il difensore è stato acquistato nel 2014 per un totale di 8 milioni di euro, ma gli ultimi 2 milioni sono stati dirottati su un conto bancario diverso da quello indicato dal club di Rotterdam, a causa dell’intromissione di un hacker nei sistemi informatici della Lazio.

Lotito si era accorto che qualcosa era andato storto, il presidente infatti avrebbe versato l’ultima rata, due milioni di euro, ma nelle casse della società di Rotterdam il denaro non è mai arrivato a causa dell’intromissione degli hackers nella corrispondenza tra i biancocelesti e il Feyenoord nell’ultima fase dell’operazione. Gli stessi hackers avrebbero poi inviato una mail alla Lazio nella quale veniva chiesto di inviare la somma ad una banca, stesso istituto di credito già utilizzato per i pagamenti precedenti, ma era l’Iban ad essere diverso. Una truffa ben organizzata sulla quale sta indagando la Procura di Roma, probabile che a fornire le informazioni sulle tempistiche e sulle modalità di pagamento dei 2 milioni sia stata una talpa presente in una delle due società.