“Le chiusure non bastano, dobbiamo produrre vaccini”: parla Salvini

Intervistato, Matteo Salvini ha sottolineato l'importanza della produzione italiana dei vaccini.

0
Le chiusure non bastano
Matteo Salvini, Fonte Flickr

In una recente dichiarazione Matteo Salvini ha affermato testualmente che le chiusure operate dal Governo non bastano. Infatti, secondo lui, è necessario anche spingere la produzione dei vaccini anti COVID. Una produzione che dovrebbe aver luogo anche in Italia.

LE PERPLESSITÀ DI SALVINI – È durante un’intervista con “Il Giornale” che il leader della Lega esprime quelle che per lui sono le priorità della campagna vaccinale italiana. Ecco cosa dice: «Le chiusure da sole non bastano, ormai è evidente, dobbiamo moltiplicare gli sforzi per i vaccini, cominciando a produrli anche in Italia, e prepararci ad usare anche altri farmaci se funzionano, come lo Sputnik».

Non è la prima volta che Salvini condivide le sue perplessità riguardo ai repentini cambi di colore di regioni, province e comuni. Anzi da settimane ormai chiede al Governo di allentare le misure restrittive, laddove sia possibile ovviamente. Zone in cui la situazione sanitaria sia perlomeno sotto controllo.

In tal senso il leader leghista afferma di averne: «parlato personalmente col presidente del Consiglio – il quale avrebbe condiviso – la necessità di tornare il prima possibile ad una vita, ad una scuola, ad un lavoro normali».

RALLENTAMENTI EUROPEI – Tuttavia se per Salvini le chiusure non bastano è perché parallelamente, come anticipato, andrebbe accelerato il ritmo del piano vaccinale. Un piano che sarebbe “ritardato” dall’Unione europea e dalle case farmaceutiche. Da lì l’intenzione del ministro per lo Sviluppo Economico, Giancarlo Giorgetti, di incentivare una produzione tutta italiana dei vaccini. Cosa che il leader della Lega approva fortemente.