Le difficoltà a cui va incontro un’azienda protestata

0

Basta soltanto un ritardo nel pagare una cambiale oppure un assegno per rientrare tra i protestati.
Difatti da questo momento in poi avviene la segnalazione e, se il protesto viene appurato, viene reso noto da un vero e proprio atto pubblico.
Riuscire a tornare alla tranquillità persa può risultare estremamente arduo, sia per le ditte che per gli individui.

Per quale motivo i protestati hanno problemi ad aprire un conto corrente?

Di regola nel nostro territorio non ci sono dei reali divieti per coloro che si trovano in questa situazione di potersi aprire un conto corrente. Ne consegue che ogni filiale può decidere in maniera assolutamente autonoma se concederlo oppure no.
Però considerando che i cattivi pagatori vengono considerati degli individui a rischio, una norma non scritta non gli consente di accedere di nuovo ai prodotti bancari.
Quando si tratta di un’impresa, si possono aggiungere anche ulteriori problematiche. Infatti le aziende che si trovano con protesti hanno i conti correnti congelati, quindi non possono né inviare né ricevere pagamenti.
Oltre ciò non avranno nemmeno più la possibilità di poter ricorrere all’accesso al credito.
Di conseguenza per una ditta che si trova già in serie difficoltà dal punto di vista economico, questa situazione può causare il crollo totale dell’intera attività.
La soluzione più semplice ed immediata risulta essere quella di aprire un conto corrente per aziende protestate, rivogendosi ad aziende come Conto Protetati Service

Quali rimedi si possono utilizzare per chi ha un protesto?

Nel momento in cui bloccano le operazioni sul conto corrente, non si possono nemmeno pagare i fornitori, effettuare i pagamenti inerenti le tasse, ricevere i pagamenti e appoggiare le cifre concernenti lo stipendio.
Praticamente tale circostanza è un completo impedimento di poter lavorare in modo normale.
Si può provare a chiedere aiuto ai vari istituti bancari, sperando di trovarne uno propenso ad aprirvi un conto.
I protestati che provano questa strada devono pure essere consapevoli che una risposta positiva in questo senso rappresenta una possibilità molto remota.
Quindi è preferibile cercare delle soluzioni opzionali più concrete e possibili.

Si può trovare una soluzione alternativa?

Negli ultimi tempi sono nate delle società che permettono di potersi aprire un tipo di conto bancario SEPA, regolare e dal punto di vista fiscale perfetto, presenti su filiali internet e che danno la possibilità di poter usufruire di un genere di carta prepagata ricaricabile direttamente dal conto.
In questo caso non si può accedere al credito, né svolgere operazioni riguardanti l’uso di assegni, ma consentono sia alle imprese che alle persone individuali di poter ricevere e pagare, in modo tale da riuscire un po’ alla volta a riprendersi dal punto di vista lavorativo.
Dunque si può definire un conto che è stato progettato e realizzato proprio per i protestati.
Un mezzo decisamente interessante e valido in modo tale da poter continuare a svolgere la propria attività lavorativa, anziché fallire e chiudere l’azienda.
Questa costituisce una grande opportunità per tanti imprenditori che si trovano a dover vivere delle situazioni estremamente difficili e che non sanno più come andare avanti con la propria attività.
Grazie a questa efficace soluzione, in tanti possono riprendere le mansioni che si attuano nella loro ditta senza più problemi, potendo pertanto lavorare con un’atmosfera molto più serena