Le stelle corrono verso Wimbledon

0

Le stelle del tennis si preparano al grande evento di Wimbledon. Quello che in molti considerano il torneo più importante del circuito ATP vedrà i migliori al mondo sfidarsi fino all’ultimo set. Nel frattempo, si stanno disputando i classici tornei sull’erba, kermesse che servono per tornare ad avere confidenza con il green.

Uno dei principali tornei di avvicinamento a Wimbledon è sicuramente l’ATP Queens giunto ai quarti di finale. Tra i protagonisti, Murray ha sconfitto lo spagnolo Fernando Verdasco. Con precedenti da paura – 10 a 1 per lo scozzese – e la fragilità di Verdasco in questa fase della carriera, era piuttosto prevedibile l’esito dell scontro.

Nonostante il recente passato glorioso, anche gli esperti di scommesse sul tennis consideravano che il Verdasco attuale non avrebbe mai potuto impensierire Murray: la partita è stata bella e anche a tratti combattuta. La giornata storta in servizio per entrambi ha dato vita ad un incontro con più palleggi e più variegato. Risultato finale: Murray b. Verdasco 7-5 6-4 

Partita combattutissima invece quella tra Isner e Feliciano Lopez. Lo spagnolo, giunto alla decima presenza consecutiva al Queen’s, quest’anno, a trentatre anni ha raggiunto il suo best ranking al numero 12 e sull’erba va che è una meraviglia. Lo scorso anno arrivò in finale proprio al Queen’s mentre sui prati inglesi si aggiudicò poi il torneo di Eastbourne.

Dall’altra parte Isner, il bombardiere dall’ace facile – 21 aces nell’incontro di primo turno- che aveva come obiettivo il record di Muller, che aveva realizzato 37 prime vincenti al primo turno contro Youzhny.

Partita giocata sul filo del rasoio: chi avrebbe ottenuto un break avrebbe vinto. Ma alla fine la partita è terminata con un tiratissimo 6-7 7-6 6-7 per Isner e il finalista dello scorso anno torna a casa a testa alta.

E insieme al finalista, torna a casa anche il campione uscente. Queen’s saluta infatti Grigor Dimitrov, sconfitto in due set da Gilles Muller, n.48 del mondo. Il lussemburghese è un vero lancia-missili con i suoi ripetuti ace e quest’anno è in ascesa, dopo essere stato candidato nel 2014 al premio ATP Comeback Player of the Year. Il bulgaro Dimitrov, che sognava di trionfare a Wimbledon, è restato però spiazzato dalla concentrazione e dalla forza di Muller. Per Dimitrov un’altra delusione alla vigilia di Wimbledon: il match si è concluso con un 6-4 7-6 per Muller, con tanti saluti al campione in carica.

Gli ottavi di finale si concludono con un’altra stella che abbandona il torneo: Marin Cilic. Sfida tutta balcanica tra quest’ultimo e Viktor Troicki, la seconda in pochi giorni sull’erba. La scorsa settimana infatti a Stoccarda in semifinale aveva vinto Cilic al tie-break del terzo set. Al Queen’s la gara si era messa sul verso giusto per il serbo, che si era aggiudicato il primo set al tie-break. Ma poi Cilic si è spento e la partita è cambiata: risultato finale Troicki b. Cilic 6-76-2 6-3 con Troicki che affonterà Isner nei quarti di finale.

Intanto Andreas Seppi si è qualificato ai quarti di finale del “Gerry Weber Open”, torneo ATP sull’erba di Halle, in Germania. L’altoatesino, numero 45 al mondo, ha battuto lo spagnolo Tommy Robredo, numero 20 del ranking mondiale e quinta testa di serie del torneo, in una battaglia di oltre due ore terminata 6-2 6-7 6-3. Nei quarti Seppi incontrerà il vincente tra Kukushkin e Monfils