Le “Storie della buonanotte per bambine ribelli” che ci fanno sognare

0
fonte foto: Federica Verdoliva

E’ un’idea straordinaria quella che ci si trova fra le mani leggendo il racconto di due grandi donne forti, intelligenti e coraggiose. Elena Favilli e Francesca Cavallo hanno raccolto 100 vite di donne che hanno fatto la storia, che hanno cambiato il corso degli eventi, che hanno rischiato senza mai arrendersi, che hanno scalato la vetta sacra del coraggio.

Ed è così che il “C’era una volta un principessa che viveva in un castello ad attendere il suo principe azzurro” diventa “C’era una volta una bambina forte, coraggiosa, che amava scrivere, fare dolci, cantare, cucire e sopratutto sognare”. Quelle stesse bambine che poi sono diventate scrittrici, artiste, modelle, attrici, disegnatrici, leader, guerriere e ballerine. Questo libro è il racconto di qualcosa che sappiamo, ma non abbiamo mai avuto il coraggio di dire al alta voce. E’ la ribellione di tante, troppe donne che hanno fatto la storia, nell’ombra del loro stesso nome, del loro stesso genere.

Avere fra le mani questo libro, significa rendere il mondo un posto migliore, per le generazioni che verranno, per quelle già cresciute, che però non vogliono stare zitte. Questo libro dovrebbe essere letto in tutte le scuole, da tutti i bambini del mondo, per insegnare ad ogni piccolo essere umano, che sì, è possibile fare delle grandi cose. Anche se sei una donna, e la tua cultura te lo nega, la tua famiglia non è dalla tua parte, i tempi non sono quelli giusti.

“Storie della buonanotte per bambine ribelli” ci insegna a prendere in mano la nostra vita, ci rende orgogliose di essere nate donne, ci fa sperare in un futuro più roseo. Ci permette di vedere nelle bambine che sono fra noi, che sono dentro di noi, o che lo saranno un pezzo di forza. Come a gridare a squarcia gola: “Io non mi fermo!”