Lega in confusione totale, imbarazzo sulla data della finale di Coppa Italia

0
Logo Serie A Tim. Font. foto screenshot da Youtube

Nonostante la risoluzione di Lega Serie A e FIGC circa il caos dei calendari di campionato e Coppa Italia, continua a tenere banco lo scetticismo di club, sponsor e organizzatori sulle due competizioni. La decisione di far slittare di una settimana il prossimo turno di Serie A ma di far scendere in campo Juventus e Inter il prossimo 9 marzo doveva essere motivo di ritrovata serenità negli ambienti del calcio. Purtroppo si è dimostrato, più che altro, un infausto boomerang sui destini delle partecipanti alla massima competizione nazionale.

In particolar modo, il rinvio del campionato pregiudicherà lo svolgimento della finale di Coppa Italia prevista per il 20 maggio a San Siro. A tal proposito pare sia partita alla volta della UEFA una richiesta per rinviare di un paio di giorni la consegna dell’Olimpico. L’idea è quella di riportare nella Capitale la sfida che assegnerà  il trofeo nazionale a soli quattro giorni di distanza dalla chiusura della Serie A.

Siamo certi che la questione non si concluderà comunque in tempi brevi. Molti club sono sul piede di guerra contro gli organismi che regolano il settore del calcio, primo tra tutti l’Inter. Le parole espresse dal patron Zhang alla volta del presidente Dal Pino, d’altronde, non lasciano dubbi a strane interpretazioni.

Giocare col calendario e mettere la salute pubblica in secondo piano. Sei il più grande e triste clown che si sia mai visto“, la reprimenda di Steven Zhang colpisce in pieno la Lega e esplicita ancora una volta quali siano i piani dell’Inter riguardo all’emergenza coronavirus. Poi continua: “E tu parli di sportività, di campionato regolare? Cosa dici sul fatto che non proteggiamo i nostri giocatori e allenatori e chiedi loro di giocare 24 ore al giorno e 7 giorni su 7. Sto parlando a te, il nostro presidente di Lega, vergognati. È ora di alzarsi e prenderti le tue responsabilità. Vale per tutti nel mondo, non importa se siete tifosi dell’Inter o della Juventus o non tifiate per nessuno. Per favore, state attenti alla vostra salute! È la cosa più importante per voi, per la vostra famiglia e per la nostra società“. C’è ancora qualcuno che pensa che tutto questo baillame sia sul serio agli sgoccioli?