Clamorosa vittoria della Real Sociedad: ora il Barcellona trema

Sorpresona nella Liga BBVA, dove il Barcellona esce sconfitto dall'Anoeta. Ora Atletico e Real Madrid ci credono.

0

Non dire gatto se non c’è l’hai nel sacco“, come direbbe il mitico Giovanni Trapattoni. Il proverbio si è incarnato in tutto il suo significato nelle ultime evoluzioni che hanno riguardato la Liga BBVA, dove il Barcellona ha perso la sua partita all’Anoeta contro la Real Sociedad per 1-0. E’ una sconfitta pesantissima per i blaugrana e allo stesso tempo utilissima ad Atletico e Real Madrid per riaprire il campionato, che fino a un paio di settimane fa sembrava ormai quasi chiuso.

La squadra di Luis Enrique non vince ormai da tre partite, in cui ha rimediato soltanto un pareggio e due sconfitte, sprecando così il buon margine di vantaggio che aveva nei confronti delle inseguitrici. In questo momento, quindi, il Barcellona si trova a +3 dall’Atletico e a +4 dal Real Madrid. E’ un vantaggio minimo, che non può più permettere ai catalani di affrontare questo finale di stagione con la serenità che ci si aspettava: di fatto, la sconfitta contro la Real Sociedad ha riaperto la massima divisione spagnola quando mancano soltanto sei giornate alla fine della stagione.

Messi durante una partita tra Barcellona e Real Sociedad (www.gazzetta.it)
Contro la Real Sociedad Messi non è riuscito a fare la differenza (www.gazzetta.it)

All’Anoeta l’incubo del Barcellona è iniziato dopo appena cinque minuti di gioco, quando Oyarzabal ha segnato quello che poi si sarebbe rivelato anche il gol vittoria. Per oltre 85 minuti, cioè, Messi e compagni non sono riusciti a perforare la difesa avversaria, nonostante lo strapotere nel possesso palla dimostrato sul campo in entrambe le frazioni di gioco. Una sconfitta su cui, evidentemente, ha pesato anche l’assenza di Suarez (sostituito da El Haddadi), cioè il capocannoniere del Barcellona nella Liga con 26 reti segnate in campionato, che per l’occasione non poteva essere schierato per squalifica.

Questa sconfitta potrebbe adesso pesare psicologicamente sul cammino del Barcellona verso l’ennesimo trionfo nella Liga, ma Luis Enrique non vuole pensare a questo. Come riportato da sport.es, infatti, il tecnico blaugrana ha detto nel post-partita: “Non si tratta di essere preoccupati. Non è il momento di lamentarsi o mettersi a piangere ma di rialzarsi e dimostrare che siamo la squadra migliore del mondo. Ora non abbiamo più margine di errore, dobbiamo essere concentrati su tutti i dettagli”.