L’inaugurazione dello Juventus Stadium: data indelebile

0

L’8 settembre 2011 è una data che a livello sportivo non ha assegnato nessun titolo, ma che è tuttavia di fondamentale importanza per la storia della Juventus. In quel giorno infatti, si celebrò l’inaugurazione dello Juventus Stadium, il nuovo stadio di proprietà fiore all’occhiello della dirigenza targata Andrea Agnelli. Quella sera ci fu una grande cerimonia di apertura del nuovo stadio a cui parteciparono tanti ex eroi bianconeri e l’allora sindaco Piero Fassino.

Tra i grandi del passato a sfilare sul nuovo manto erboso si annoverano Cabrini, Capello, Conte, Davids, Di Livio, Pessotto, Ravanelli, Torricelli, Zoff, Bettega e Marcello Lippi che forse fu il più dedicatario dei cori della nuova curva. Poi finalmente azione con l’amichevole contro il Notts County, una delle squadre più antiche del mondo. Fu solo 1-1 con Luca Toni a segnare il primo goal all’ottavo minuto della ripresa ribadendo in rete un rigore che Fabio Quagliarella aveva fallito. Tre giorni dopo invece, l’11 settembre, la Juventus ospitò la prima partita ufficiale: contro il Parma per il campionato e i bianconeri si imposero per 4-1 con reti di Lichtsteiner, Pepe, Vidal Marchisio.

Il Presidente Andrea Agnelli che ha parlato ieri all’assemblea dei soci ha rivelato che i proventi ottenuti dalla società grazie allo Juventus Stadium sono stati notevoli: “C’è stata una crescita economica del 25% in un settore in continua espansione e che non conosce crisi. Nelle ultime cinque stagioni siamo passati da 172 a 388 milioni, le plusvalenze da -26 milioni a +52 milioni. I ricavi generati dall’inaugurazione dello Juventus Stadium sono di 232 milioni.