L’Inter all’assalto di Sanchez, accordo col Manchester Utd ad un passo

0
Alexis Sanchez fonte foto: Di joshjdss - Arsenal Vs Burnley, CC BY 2.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=56445588
Alexis Sanchez fonte foto: Di joshjdss - Arsenal Vs Burnley, CC BY 2.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=56445588

Il mercato dell’Inter inizierà col botto se l’accordo con i red devils verrà confermato. Alexis Sanchez potrebbe tornare in Italia ad 8 anni dal suo addio ai friulani e l’Inter potrebbe rappresentare una nuovo inizio per la sua carriera. Il dialogo con i vertici del Manchester Utd sono ben avviati e i tabloid inglesi parlano di un trasferimento in prestito ormai certo per la prossima stagione.

Arrivare al fenomeno cileno non sarà semplice. Nonostante quotazioni in netto calo dopo l’annata in penombra conclusa con 27 presenze e solo 2 gol realizzati, il suo cartellino resta proibitivo per molti dei club interessati a lui. Ecco che quindi l’opportunità di portarlo a Milano in prestito potrebbe accontentare un po’ tutti.

Il Manchester United, non accetterà alcun rinnovo di un contratto che terminerà solamente nell’estate del 2022. Inoltre, mister Solskjaer non pare intenzionato a dare una nuova possibilità al cileno di giocarsi le proprie carte in Premier il prossimo anno.

L’Inter potrebbe avvantaggiarsi di questo impasse e cercare di proporre a club e giocatore una soluzione che accontenterebbe tutti. La società di Corso Vittorio Emanuele si dice disponibile ad accogliere “El Niño Maravilla” in prestito con diritto di riscatto. Tutto ciò sarà possibile se durante la prossima stagione, il 50% del suo ingaggio verrà sostenuto dal suo attuale club.

Le cifre del contratto di Sanchez sono da top player mondiale, difficilmente avvicinabili da club italiani. Ecco perchè l’Inter vorrebbe che almeno la metà dei 24 milioni di sterline lorde annue fossero garantite dalla dirigenza inglese. Così facendo, i nerazzurri dovrebbero sostenere, al cambio attuale, i rimanenti 13.5  milioni lordi, vale a dire circa 8 milioni di euro al netto della tassazione.